in ,

Influenza: cosa prendere per curarsi

Influenza: cosa prendere per curarsi

Come ogni anno questo è il periodo forte per l’influenza. Tantissimi italiani, in queste ore, sono a letto con febbre, mal di gola e virus intestinale. Ma qual è la causa dell’influenza? Il freddo può essere una delle concause, non il fattore principale da prendere in esame. Anche perché l’influenza è molto più diffusa durante la stagione invernale, ma solo perché, a causa del freddo, le persone tendono a stare in luoghi chiusi. E quest’ultimi sono un concentrato di germi e batteri che indeboliscono il nostro sistema immunitario comportando la cosiddetta “influenza”.

—> TUTTO SUL MONDO DELL’INFLUENZA 

Influenza: quali sono i sintomi da non sottovalutare

Quante volte, mentre siamo alle prese con le nostre attività quotidiane, siamo pronti a tuonare: “Mi è venuta l’influenza.” Ma quali sono, in realtà, i sintomi che ci fanno percepire di essere influenzati? Non ci sono studi scientifici, in tal senso, che evidenzino dei sintomi specifici. Tendenzialmente il virus si manifesta solo dopo che si è diffuso e lo fa, di norma, con la febbre. La temperatura del nostro corpo può oscillare tra i 38 e i 42 C°. Sintomi più comuni che ci spingono a parlare di influenza sono mal di testa, dolori muscolari, brividi di freddo, nausea e spossamenti.

Tra i virus più comuni portati dall’influenza possiamo prendere in esame:

  • Raffreddore
  • Laringite
  • Mal di gola
  • Infiammazione all’apparato uditivo
  • Bronchiolite, detta anche bronchite
  • Polmonite
  • Virus allo stomaco

Influenza: quanto durano i sintomi dell’influenza

Ok, evidenziati quali possano essere i sintomi dell’influenza, evidenziamo adesso le tempistiche dei sintomi dell’influenza e in quanto il corpo umano risulta guarito. La febbre, solitamente, scompare entro due, tre giorni; la tosse, uno dei sintomi più comuni nel caso specifico dell’influenza, dura una settimana, mentre sono più comuni gli starnuti da influenza.

—> BENESSERE E SALUTE: ECCO COSA SAPERE

Influenza: cosa prendere per curarsi

Ma cosa prendere per curarsi dall’influenza? Anzitutto, la miglior cura possibile sarebbe quella di restare a riposo. Ma ci sono determinati farmaci che aiutano ad accelerare il processo di guarigione e allievano i sintomi più fastidiosi.

Vediamo quali sono:

  • Paracetamolo – I farmaci con questo principio attivo presentano una azione antifebbre e antidolorifica e solo raramente è causa di reazione allergiche. Al suo interno contiene la vitamina C che consente di stimolare le difese immunitarie; la caffeina che consente di avere efficacia per il mal di testa e bilanciare la sonnolenza degli antistaminici; prometazina, feniramina, antistaminici utili per i sintomi comuni al raffreddore.
  • Acido acetilsalicilico – Si tratta di un principio usato per influenza e dolori ma attenzione agli effetti collaterali. Tra i più comuni c’è il mal di stomaco, ma anche reazioni allergiche e sangue dal naso. Il medico curante, solitamente, insieme al acido acetilsalicilico è talvolta associata la vitamina C.

offerte di lavoro biologi 2015

Farmaci per il mal di gola:

Quali sono i farmaci per il mal di gola per guarire dall’influenza? Tra i maggiori consigli che vengono dati da esperti del settore ci sono le caramelle da far sciogliere in bocca poiché contengono sostanze antisettiche e antibatteriche e consente, così, di ridurre il proliferarsi di batteri. Oltre le caramelle si possono citare anche spray e collutorio a base di flurbiprofene.

Farmaci per raffreddore e tosse:

Tra i farmaci per guarire a raffreddore e tosse si possono prendere in esame quei medicinali che tra le loro funzioni siano espettoranti o sedativi poiché riescono a ridurre e sopprimere la tosse. Questi medicinali hanno i principi attivi come gli antipiretici.

Per la tosse i farmaci con i principi attivi quali:

  • Destrometorfano – Tra i principi attivi più utilizzati e agisce sul centro della tosse. Tra le controindicazioni, qualora ci sia un utilizzo eccessivo di questi medicinali, si possono verificare euforia, disforia e allucinazioni.
  • Butamirato – A differenza del primo non presenta effetti narcotici.
  • Cloperastina – Un composto di sintesi dotato di attività di antitosse e non presenta attività narcotica ed è anestetico.

[dicitura-articoli-medicina]

Curriculum vitae come compilarlo

Curriculum vitae competenze organizzative e relazionali: cosa scrivere e non scrivere

Napalm51 e la lagna italiana, bufale e forza nuova

Napalm51 di Crozza: gli italiani e l’arte di lagnarsi, ma chi lo fa è un inetto