in

Influenza dicembre gennaio 2016: sintomi, picco e il calo vaccinazioni che preoccupa i medici

Influenza 2016/2017: sintomi e picco

L’influenza 2016/2017 ha già contagiato circa mezzo milione di italiani e secondo gli esperti il dato aumenterà vertiginosamente entro fine mese, con un picco previsto da Natale 2016. Essendo più aggressiva, quest’anno i medici attendono almeno 6 milioni di contagi. I sintomi principali sono: mal di gola, mal di testa, febbre, tosse, congestione nasale, dolori muscolari e articolari, spossatezza, nausea, diarrea e vomito. L’insorgenza dell’influenza è del tutto improvvisa e accompagnata dalla seguente sintomatologia: sudorazione, inappetenza, cefalea, febbre oltre i 38°.

-> INFLUENZA 2016/2017: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI E COME PREVENIRLA

Influenza 2016/2017: soggetti a rischio

Come ogni anno, vi sono alcune categorie a rischio: i bambini sotto i 6 anni, gli anziani sopra i 65 anni, le donne al terzo mese di gravidanza e i soggetti che soffrono di altre gravi patologie quali tumore, problemi cardiaci, insufficienza renale e patologie infiammatorie. Nei bambini, l’insorgenza dell’influenza è più rapida rispetto agli adulti e si manifesta con i seguenti sintomi: mal di gola, tosse secca, febbre alta, tremori, sudorazione, brividi, inappetenza, dolori muscolari e mal di testa.

Influenza 2016/2017: il calo delle vaccinazioni che preoccupa i medici

Ciò che però preoccupa di più gli specialisti, soprattutto dopo i due casi di meningite e i decessi delle due studentesse dell’Università di Milano, è il drammatico calo delle vaccinazioni, dovuto anche a campagne di disinformazione relative ai possibili effetti collaterali che questi possono provocare, mai scientificamente provati. Secondo unr ecente sondaggio condotto su 800 mamme, infatti, il 45 per cento si preoccupa delle conseguenze della vaccinazione, il 16 per cento si dichiara totalmente contraria, mentre il 26 per cento crede siano troppo pericolosi. Come sottolineano i medici, alla base vi è la cattiva informazione o l’informazione fai-da-te sul web. L’assessore Giulio Gallera ha spiegato: “Per convincere gli indecisi abbiamo creato una piattaforma di dialogo con i cittadini. Vogliamo essere garanti di un’informazione affidabile“. Si tratta di un’applicazione per smartphone disponibile a breve e di un portale, Wikivaccini.com con il quale, grazie a un team di esperti, vengono fornite tutte le risposte alle principali domande. Si ricorda che da ottobre i vaccini sono disponibili in almeno tre variati, distribuiti in base alla fascia d’età e che per le categorie a rischio sono gratuiti.

[dicitura-articoli-medicina]

federica pellegrini nozze saltate

Federica Pellegrini e Filippo Magnini gossip news: indiscrezioni su presunta fine love story

bando startup bioupper

Bando startup BioUpper, partita la settimana di formazione: il 10 gennaio i finalisti