in

Influenza gennaio 2016/2017: sintomi, vaccini, picco, perché è così aggressiva?

Influenza gennaio 2016/2017: sintomi, vaccini e picco

L’influenza 2016/2017 è ufficialmente entrata nel suo picco, fino alla scorsa settimana il numero dei contagiati si attestata attorno al milione, mentre negli ultimi giorni il dato è quasi raddoppiato: per la precisione siamo a quota 1947000 di italiani a letto. Anche i dati di Influnet fino all’1 gennaio confermato la crescita. Ma quali sono i sintomi principali da tenere sotto controllo? Tra questi troviamo: febbre oltre i 38 gradi, mal di testa, inappetenza, nausea, vomito, diarrea, dolori articolari e muscolari, spossatezza. A questi fanno seguito i sintomi respiratori: congestione nasale, raffreddore, mal di gola e tosse. Le categorie considerate a rischio, inoltre, comprendono i bambini sotto i 6 anni di età, gli anziani sopra i 65 anni, le donne oltre il terzo mese di gravidanza e i soggetti che soffrono già di altre patologie, come Hiv, cancro, infiammazioni e problemi cardiaci.

->INFLUENZA 2016/2017: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI E LE INFORMAZIONI UTILI PER PREVENIRLA

Influenza gennaio 2016/2017: categorie a rischio e vaccini

Caterina Rizzo, medico epidemiologo dell’Istituto Superiore di Sanità, spiega: “Quest’anno l’influenza è in anticipo di tre settimane sulle precedenti stagioni, l’altro aspetto importante da mettere in evidenza è che il virus quest’anno colpisce in maniera severa soprattutto la popolazione anziana. Bisogna fare molta attenzione agli anziani, evitare di contagiarli, perché sono particolarmente a rischio“. Rispetto all’ultima settimana, infatti, l’incidenza del contagio negli anziani sopra i 65 è raddoppiata. Ogni mille casi si riscontrano circa 10,12 contagi in questa fascia d’età. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università Statale di Milano, ha aggiunto: “Se resteranno rigide, l’influenza si diffonderà in maniera più consistente – spiega Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università Milano – in presenza di sbalzi termini, invece, saranno favoriti i virus cugini“. I vaccini disponibili sono tre e vengono suddivisi per fascia d’età. Il Vaccino Adiuvato: particolarmente indicato per gli anziani e i pazienti che non rispondono alle normali cure, ha lo scopo di potenziare il sistema immunitario. Il Vaccino Intradermico: indicato per bambini sopra i nove anni e gli adulti. Il Vaccino Split: indicato per i bambini sotto i tre anni e gli adulti.

Influenza gennaio 2016/2017: rimedi naturali e prevenzione a scuola

Il picco del contagio sta arrivando proprio in questi giorni, con milioni di casi registrati in tutta Italia e i pronto soccorso al collasso. Uno dei fattori di rischio che molti non considerato è dato dai cosiddetti ‘bambini untori’: tornando da scuola, infatti, dopo essere stati infettati, possono contagiare tutta la famiglia a loro volta e questo, ovviamente, aiuta i ceppi virali a diffondersi con più facilità. Come ha sottolineano Pregliasco, inoltre: “La curva influenzale crescerà per altre due-tre settimane, poi comincerà la decrescita che durerà un periodo analogo. L’influenza continuerà a darci fastidio fino alla fine di febbraio“. Come sempre, vi sono alcuni accorgimenti che è possibile prendere per evitare il contagio: vestirsi a strati per evitare gli sbalzi di temperatura, lavarsi sempre le mani dopo essere rientrati a casa, areare bene i locali almeno una volta al giorno e consumare molta frutta, verdura e bevande calde.

[dicitura-articoli-medicina]

Quello che nascondono i tuoi occhi soap opera: chi è Blanca Suarez, la bella Maria Sonsoles (FOTO)

moda primavera estate 2017 colori, moda primavera estate 2017 colore pantone dell'anno, moda primavera estate 2017 greenery, greenery come usarlo,

Moda Primavera Estate 2017 colori: 10 modi per utilizzare il Greenery, colore Pantone dell’anno