in ,

Influenza intestinale 2015 cosa mangiare: 5 cibi da evitare

Anche per questo Natale l’influenza intestinale non pare dare tregua, anzi il picco è previsto proprio in questo periodo. Dolori addominali, forti nausee, in alcuni casi febbre, vomito e diarrea sono i sintomi più evidenti di questo virus. La regola fondamentale è recarsi subito dal medico che saprà cosa prescrivervi ma tra le cure migliori per farvi sentire meglio c’è soprattutto l’alimentazione.

Oltre a bere molto per reintrodurre i liquidi, ci sono diversi alimenti che possono aiutare a rimettersi in forze dalla debolezza e dalla spossatezza senza appesantire lo stomaco ma, d’altra parte, ce ne sono alcuni che vanno davvero evitati. Tra di essi ci sono sicuramente il latte e tutti i suoi derivati perché aumentano la contrazione naturale dell’intestino, favorendo la diarrea. Da evitare con l’influenza intestinale anche i dolci, in particolare il cioccolato e lo zucchero.

In generale quando si è colpiti dall’influenza intestinale è bene evitare per un certo periodo ogni cibo grasso, fritto o eccessivamente condito. Tra di essi è bene evitare sicuramente gli insaccati e gli affettati ma anche verdure crude, in particolare pomodori, peperoni e gli agrumi perché aumentano l’acidità di stomaco e intestino. Lo stesso vale per il caffè, da abbandonare per un certo periodo, prediligendo bevande calde ma non bollenti ma anche bevande gasate e alcolici.

Credit Foto: Robert Kneschke / Shutterstock

intervista Rinaldi associazione Atdal Over 40

Disoccupati in età matura e il problema della ricollocazione: intervista ad Armando Rinaldi, socio fondatore di ATDAL Over40

Bulgari offerte di lavoro 2016

Bulgari assunzioni 2016, in arrivo 300 offerte di lavoro