in ,

Influenza intestinale 2015: cosa mangiare per sentirsi meglio

Anche quest’anno con l’arrivo dei primi freddi è arrivata la cosiddetta influenza intestinale che sta colpendo moltissimi italiani, in particolare i bambini. Essendo però di facile trasmissione, tutta la famiglia in poco tempo di infetta. Giorni di diarrea e vomito, dolori addominali e debolezza aspettano quindi la famiglia. L’influenza intestinale è un virus molto comune e in Italia ha solitamente il picco nella stagione invernale. Malgrado in circa 48 ore il virus scompaia, come cercare di alleviare la situazione con l’alimentazione? Ecco qualche suggerimento.

La prima regola quando si è affetti da influenza intestinale è bere molto perché con la perdita di liquidi dovuta a diarrea e vomito si rischia la disidratazione. Almeno per il primo giorno invece è meglio evitare cibi solidi, stare a riposo e fare riposare l’apparato digerente, sotto stress dal virus. Una volta passata la fase più nera dell’influenza intestinale è bene ricominciare a inserire con calma alcuni cibi, leggeri e poco conditi, evitare sale e zucchero e utilizzare come condimento il limone.

Tra l’altro è bene bere un mezzo bicchiere di acqua e succo di limone appena spremuto per reidratarsi ma anche per alleviare la nausea. Per i cibi meglio prediligere pasta in bianco ma sopratutto riso bollito e patate, entrambi ricchi di amido. Ottimi i passati di verdura, da consumare non eccessivamente caldi, in particolare quello di carote. Vanno bene anche le carni magre e il pesce azzurro bollito o cotto al vapore. Da evitare invece in particolare latte e tutti i suoi derivati, troppo complessi da digerire per stomaco e intestino debilitati dall’influenza intestinale.

Credit Foto:  Antonio Guillem / Shutterstock

Cagliari Fiorentina video gol

Fiorentina – Belenenses: diretta tv, info streaming e probabili formazioni Europa League

Dove vedere Tottenham Monaco

Dove vedere Tottenham – Monaco: diretta tv, info streaming e probabili formazioni Europa League