in , ,

Iniezione letale USA: come funziona il cocktail di farmaci pensato per uccidere

Nel mese di aprile 2017, lo stato dell’Arkansas ha condannato a morte per iniezione letale quattro persone. La decisione è stata presa dopo aver saputo che il sedativo da utilizzare era in scadenza. Spesso, le case farmaceutiche che vendono questi farmaci non amano essere associati alle esecuzioni e difficilmente spiegano quali siano i processi chimici alla base.

Negli Stati Uniti, i farmaci adottati per l’iniezione letale sono tre e vengono somministrati come cocktail. Il primo è proprio il sedativo, che risponde al nome di Midazolan: questo farmaco si somministra a pazienti prima di un’operazione allo scopo di sedarli e calmarli, oppure quando è necessario eseguire una colonscopia. Nelle esecuzioni, però la dose somministrata è molto più alta: invece di 4 mg, ne vengono rilasciati 500. Come si può intuire, l’obiettivo è quello di rendere il condannato quasi del tutto incosciente. In alcuni casi sono nate polemiche riguardo a questo farmaco, in quanto vi sono dei dubbi sulla sua totale efficacia.

Dopo il sedativo, viene somministrato il secondo farmaco, ovvero il vecuronio bromuro; questi ha un effetto rilassante e paralizzante sui muscoli. Di norma, durante gli interventi chirurgici, ne vengono somministrati 8 mg. Nei condannati a morte la quantità arriva a 100 mg. Dopo l’iniezione, il detenuto subisce la paralisi del diaframma e quindi il blocco della respirazione. Anche in questo caso sono sorte polemiche in quanto il condannato, dopo la somministrazione del farmaco, non è più in grado di muoversi o parlare e, di conseguenza, non può manifestare l’eventuale dolore.

Il terzo e ultimo farmaco è costituito da cloruro di potassio. Viene usato in ambito medico per aumentare i livelli di potassio nell’organismo, ma è anche in grado di arrestare il battito cardiaco se assunto in dosi elevate. Di norma il detenuto dovrebbe morire poco dopo al seconda iniezione, ma quando non succede la persona prova molto dolore. Questi farmaci sono difficili da reperire e le case farmaceutiche sono restie a venderle per questo scopo. Bisogna ricordare che queste sostanze non sono state create per uccidere le persone.

Alessandra Amoroso Arena di Verona Scaletta, tutto su Vivere a Colori Arena Tour: concerti 28 e 29 aprile 2017

Diretta Manchester City-Napoli dove vedere in tv e streaming gratis

Inter – Napoli probabili formazioni Serie A 34a giornata: le scelte di Sarri e Pioli