in

Innsbruck, il vescovo fa appendere il Crocifisso a testa in giù: ecco il motivo incredibile

Ha fatto appendere il Crocifisso a testa in giù all’interno della propria Chiesa ad Innsbruck. Questa la notizia sconvolgente che sta facendo il giro del mondo, assieme allo scatto, che mostra l’incredibile trovata di questo religioso, tale Hermann Gletter, vescovo austriaco. Un gesto che ha scosso l’opinione pubblica proprio perché scardina la tradizionale visione del Crocifisso a cui siamo abituati. 

Vescovo fa appendere il Crocifisso a testa giù in Chiesa: modernismo o eresia?

Secondo quanto riportato dai principali media Herman Glettler dalla statua lignea ha fatto staccare le braccia, le quali ora sono utilizzate come lancette che segnano le ore e i minuti. Una rivoluzione vera: il Crocifisso è diventato un orologio appeso in chiesa, pensato per tenere aggiornati sull’ora i parrocchiani. Qualcuno tra le istituzioni e i membri del clero ha parlato di modernismo, qualcun altro di oltraggio vero e proprio. In realtà l’intento del monsignore che non è nuovo a queste trovate discutibili è un altro ed è stato lui stesso a spiegarlo alla stampa locale: «Man mano che il tempo scorre, le braccia formano le diverse costellazioni e il corpo statico del Cristo morto prende all’improvviso vita, il che rappresenta un momento di liberazione dalla croce e un superamento della stessa morte!». Sempre secondo Herman Glettler il Cristo rovesciato renderebbe giustizia al movimento del corpo umano, e sarebbe pure un riferimento al tempo quaresimale.

Hermann Gletter e la folle trovata del Crocifisso a testa in giù

Una rielaborazione del corpo umano, protagonista del Rinascimento? Così sembrerebbe, ma tale opera rivoluzionaria ha suscitato parecchie perplessità, tant’è che non sono stati poco i fedeli che hanno etichettato tale episodio come esempio lampante di eresia. “Il Giornale”, tra i primi a riportare la notizia, ha evidenziato come significativo sia il fatto che tale Crocifisso capovolto e impiegato a metà strada tra il pendolo e la meridiana sia avvenuto ad Innsbruck: «Va in scena l’ennesimo atto di una Chiesa non è più fedele ai suoi dogmi. Questo verrà ribadito con forza da chi, specie rispetto al nord Europa, denuncia l’avanzata della protestantizzazione. E cioè quel processo per cui la Chiesa cattolica sembra destinata a divenire sempre più laica, sempre meno rigida sulla tradizione e sempre più disposta a rielaborare l’immaginario sacro che ha contribuito, alla creazione prima e allo sviluppo poi, di quella che viene chiamata civiltà occidentale». 

leggi anche l’articolo —> Futura sposa annega durante l’addio al nubilato, seppellita con l’abito delle nozze

Come viene effettuata la saldatura dei metalli?

Anna Tatangelo senza trucco: viso smunto e occhiaie evidenti, la cantante è irriconoscibile (FOTO)