in

Insonnia fatale: una rara malattia rischia di uccidere nel sonno due fratelli

L’insonnia familiare fatale è una rara malattia genetica causata dai prioni, agenti patogeni formati da proteine, e rientra nella gamma delle encefalopatie spongiformi. Colpisce un individuo ogni 10 milioni e non vi è scampo. Una storia di due fratelli narra l’insorgenza e i disturbi che a essa sono legati.

Hayley e Lachlan Webb sono due fratelli che hanno ereditato la malattia dai loro parenti, una vera e propria maledizione di famiglia. Hayley Webb infatti ha raccontato che: “Mia nonna ha iniziato ad ammalarsi e morire. Ha perso la vista, aveva segni di demenza, allucinazioni e non poteva parlare. Alla fine le è stata diagnosticata la IFF, ed era la prima volta che la famiglia ne veniva a conoscenza. Mia zia è morta a 42 anni, mia mamma è morta a 61 anni, mia nonna morì a 69, il fratello di mia mamma è morto a 20 anni. Stiamo solo sperando che adesso non tocchi a noi“.

Sua madre si ammalò nel 2011 e dai primi sintomi fino al decesso passarono solo sei mesi. Svegliarsi e temere di non riuscire mai più ad addormentarsi, è questa la paura più grande, hanno raccontato i due fratelli. Oggi fanno parte di una sperimentazione a opera dell’Università della California, diretta da Eric Minikel e Sonia Vallabah. Al mondo si sono verificati circa 200 casi, 5 dei quali nel bel paese. È una malattia con base genetica ereditaria, il suo decorso varia dai 7 ai 18 mesi ed è sempre fatale. Per ora, purtroppo, non esiste alcuna cura.

Photo Credit: Monica Wisniewska/Shutterstock.com

cina foresta Hei Zhy Gou

Cina: foresta Hei Zhy Gou, la valle dei bambù dalla quale nessuno ritorna

Leicester Ranieri

Leicester campione anche su Twitter: Ranieri e i suoi elogiati da tutto il mondo