in

Insulti Feltri a Camilleri: Borrometi e Ruotolo si “autosospendono” dall’Odg

Le parole che Vittorio Feltri, presidente di Libero, ha rivolto a Camilleri hanno creato una grande polemica. Feltri ha fatto delle dichiarazioni decisamente sconvenienti contro Andrea Camillieri che in questo momento è ricoverato in gravi condizioni all’Ospedale Santo Spirito di Roma. In risposta alle sue parole i giornalisti Paolo Borrometi (presidente di Articolo21) e Sandro Ruotolo hanno deciso di “autosospendersi” dall’Ordine dei Giornalisti. Decisione che ha provocato un’immediata replica da parte del presidente dell’organo di governo dei giornalisti italiani: vi raccontiamo tutti i dettagli.

borrometi ruotolo feltri


leggi anche: Vittorio Feltri: «Camilleri? Mi dispiace se muore, ma così Montalbano non mi romperà più i cogli**i!»

La lettera di Borrometi e Ruotolo

Borrometi e Ruotolo hanno deciso di non stare in silenzio. Le parole di Feltri nei confronti di Camilleri sono state fuori luogo e l’ennesima dimostrazione di discriminazione, così i due giornalisti hanno trovato la loro strada per boicottare Feltri: autosospensione. Borrometi e Ruotolo hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, con la richiesta di autosospensione e le motivazioni.

Caro Presidente, abbiamo deciso di autosospenderci dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti perché ci consideriamo incompatibili con l’iscrizione all’albo professionale di Vittorio Feltri. Proprio noi, che più di altri, ci battiamo per la difesa dell’articolo 21 della Costituzione, riteniamo gli scritti e il pensiero del direttore Feltri veri e propri crimini contro la dignità del giornalista. Le parole di Vittorio Feltri su Andrea Camilleri e le sue opere hanno rappresentato per noi la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ne va della credibilità di ognuno di noi e della nostra categoria. Adesso basta. O noi o lui. Quel “terrone che ci ha rotto i coglioni” per noi figli del Sud è inaccettabile. Non è in gioco la libertà di pensiero. Sono in gioco i valori della nostra Costituzione. Ogni suo scritto trasuda di razzismo, omofobia, xenofobia. Noi siamo convinti che resti intatta la bellissima frase che recita “Non condivido le tue idee ma darei la vita per permetterti di esprimerle”. Continuiamo a batterci contro la censura e gli editti, ma non possiamo accettare tra noi chi istiga all’odio.”

borrometi ruotolo feltri

leggi anche: Andrea Camilleri ricoverato per arresto cardiaco all’ospedale Santo Spirito: in rianimazione

La risposta di Carlo Verna, presidente Odg

Il presidente dell’Odg Carlo Verna non ha tardato e ha subito inviato una lettera di risposta a Borrometi e Ruotolo. “Condivido le ragioni dei colleghi Borrometi e Ruotolo sul caso Feltri-Camilleri, se l’ordine dei giornalisti fosse un club mi autosospenderei pure io. Ma non lo è e l’istituto dell’autosopensione non esiste, ci si può semmai cancellare, astenendosi dallo svolgere la professione e salvo il diritto d’opinione per poi iscriversi di nuovo quando sono cessate le ragioni di cui alla polemica.

Torino, mamma investe per sbaglio la figlia di un anno nel cortile di casa: bimba muore sul colpo

Concorso navigator, una disoccupata: «Ho partecipato perché senza lavoro da un anno. Ho chiuso l’attività di famiglia, ero strozzata dalle tasse»