in ,

Inter, Roberto Mancini contro i giornalisti

L’allenatore dell’Inter Roberto Mancini, alla vigilia della trasferta a Genova contro la Sampdoria, torna sulla partita contro la Fiorentina in conferenza stampa. Ad un certo punto, una giornalista domanda: “Mister, schiererà una difesa a tre?“. E’ la goccia che fa traboccare il vaso. Arriva la risposta del tecnico: “In Italia parlate solo di questo e molti di coloro che ne parlano nemmeno sanno cosa sia. Scrivete spesso senza conoscere di quello che scrivete. Se la squadra perde non è certamente per la difesa a 4 o a 3. Semmai è per merito degli avversari o perché incidono gli errori dell’allenatore, dell’arbitro, dei giocatori in campo“.

Ma lo sfogo di Mancini non è finito: “Ma le rivedete le partite? Se riguardate la gara contro la Fiorentina vi accorgerete che non c’è nulla che non è andato bene, è stata solamente una gara assurda. Bisogna accettare il risultato e pazienza. Io sinceramente non mi preoccupo per quello che voi scrivete: io non sono preoccupato perché uno critica me perché ho cambiato il modulo o perché faccio giocare uno oppure l’altro. Voi dovete scrivere scrivere, fate il vostro lavoro, ma io non cambio le mie scelte. La sconfitta con la Fiorentina lascia come strascico solo il fatto che perdiamo Miranda, squalificato. Le critiche arrivavano anche dopo le prime 5 vittorie di file, figurarsi adesso. Ma non mi lascio condizionare da fattori esterni“.

Tutti vogliono fare gli allenatori in Italia – ha concluso l’allenatore -. Il calcio è pazzesco, tutti si mettono lì a pensare quale sia la cosa migliore. Se un giornalista sbaglia la formazione impazzisce. Dovrebbero fare un fantacalcio per i giornalisti sulla formazione. Guarin? Prima era un eroe nel derby e due settimane dopo viene bersagliato di critiche“.

Dove vedere Ternana-Benevento Serie B diretta tv

Calcio Serie B, risultati della 6a giornata

guerrina piscaglia ultime news

Guerrina Piscaglia news: il disegno di una bara tra gli appunti di padre Gratien