in

Inter ultimissime, Mazzarri: “Confido nella nostra forza”

Alla vigilia della partita di campionato contro il Parma che si giocherà domani sera al Tardini, è intervenuto in conferenza stampa il tecnico dell’Inter Walter Mazzarri; l’allenatore dei nerazzurri ha parlato del match contro i Ducali, analizzando la squadra allenata da Roberto Donadoni e lo sfortunato momento che sta vivendo in questo campionato in cui occupa l’ultimo posto in classifica. ultime notizie serie a

Mazzarri poi ha speso alcune parole sulla situazione infortunati e su alcuni interessanti prospetti della Primavera; ecco le sue parole: “Non ci saranno tranelli, deve esserci il rispetto per l’avversario. Bisogna migliorare la mentalità, iniziando nel modo giusto, facendo le fase passiva molto forte ed esprimendo il nostro calcio. Cassano? Sta facendo un grande campionato, è in forma e ne conosciamo il valore. Ma anche la squadra si è espressa bene e sul proprio campo gioca un buon calcio. Ma siamo l’Inter e dobbiamo pensare da Inter. Se facciamo le cose bene otterremo il risultato”. 

Sugli infortunati e sui giovani Puscas e Bonazzoli: “Devo pensare solo che chi va in campo sia al meglio, stiamo facendo di tutto per recuperare gli infortunati. Stiamo provando a recuperare Hernanes, ci devo parlare ma non so né se lo avrò o né se lo avrò a tempo pieno. Campagnaro non ce la fa, salvo novità non cambia nulla rispetto all’ultima partita. Dopo l’allenamento saprò dire di più. Sono entrambi interessanti, da questa estate sono cresciuti. Bravo il loro allenatore che li ha migliorati, mi stuzzicano. Ma siamo l’Inter e abbiamo bisogno di gente con rendimento concreto, sapete cosa voglia dire esordire con questa maglia per un ragazzo. Meno incognite abbiamo meglio è, giocatori come Icardi e Palacio hanno la precedenza ma al momento opportuno saranno messi in campo. Diciamo che i ragazzi li tengo in caldo”.

Anticipazioni Il segreto venerdì 31 Ottobre: Gonzalo e Maria travolti dalla passione

Morgan lascia X factor?

X Factor 8: Morgan e le polemiche sulla scenografia