in

Intolleranze alimentari: quale test scegliere

Le intolleranze alimentari sono causa di disturbi lievi o gravi per l’individuo che le riscontra, e generano differenti sintomi, che possono colpire l’apparato gastro-enterico, l’apparato cutaneo, il sistema nervoso, l’apparato respiratorio, il sistema cardio-circolatorio, l’apparato uro-genitale ed il sistema muscolo-articolare. Quale test scegliere per individuare eventuali intolleranze alimentari?

In primo luogo, per captare e riconoscere un’intolleranza alimentare in generale, il nostro corpo accusa dei sintomi di malessere. Per acquisire maggiore consapevolezza nei confronti della propria salute, è consigliabile sempre rivolgersi ad un medico, dopodiché si potrà procedere con gli eventuali esami del caso. Un test da fare, se si ritiene che ci possa essere la possibilità di un’intolleranza alimentare in atto, è il Food Intolerance Test del laboratorio Natrix, che focalizza l’analisi capillare sulla percentuale di reazione alla tolleranza proteica di un alimento.

Il test può essere effettuato su tre elenchi differenti: – 46 alimenti, – 92 alimenti, – 184 alimenti. Alle persone che scelgono di fare il test delle intolleranze alimentari per la prima volta, è consigliabile effettuarlo sul campo totale, mentre per chi lo fa per la seconda o terza volta, può restringere l’elenco, sulla base delle eventuali intolleranze riscontrate in precedenza.

Mara Maionchi

Mara Maionchi: “Ho avuto due tumori al seno”

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti 13 dicembre

Omicidio Elena Ceste: il corpo della donna sarà restituito alla famiglia tra due settimane