in

Intossicati da Monossido, 22 Casi in Poche Ore in Lombardia

Intossicati dal monossido di carbonio: non è stato un Natale allegro per 22 persone che in Lombardia sono finite in ospedale a causa del malfunzionamento di una banalissima caldaia. Il primo incidente è avvenuto a Casaloldo, in provincia di Mantova. Sono rimaste intossicate complessivamente 11 persone, di cui 6 trasportate in ambulanza negli ospedali di Asola e Castiglione delle Stiviere.

Per uno scherzo curioso della statistica, nel secondo episodio di intossicazione sono rimaste coinvolte di nuovo 11 persone. Questa volta il fatto è accaduto a Busto Arsizio, in provincia di Varese, ed ha visto coinvolti – fortunatamente senza gravi conseguenze – anche due bambini di 3 e 5 anni. Anche in questo caso l’intossicazione è stata probabilmente dovuta alle esalazioni di una caldaia malfunzionante: il 118, intervenuto con un’automedica e 5 ambulanze ha ricoverato tutti i pazienti in codice giallo. Secondo quanto si è appreso in serata non necessiteranno del trattamento in camera iperbarica, normalmente riservato ai casi più gravi di intossicazione da monossido.

Seguici sul nostro canale Telegram

Mario Monti Spread

La Nemesi Elettorale

Salerno-Reggio Calabria: per ogni chilometro 500mila euro alle cosche