in

Intossicati da Monossido, 22 Casi in Poche Ore in Lombardia

Intossicati dal monossido di carbonio: non è stato un Natale allegro per 22 persone che in Lombardia sono finite in ospedale a causa del malfunzionamento di una banalissima caldaia. Il primo incidente è avvenuto a Casaloldo, in provincia di Mantova. Sono rimaste intossicate complessivamente 11 persone, di cui 6 trasportate in ambulanza negli ospedali di Asola e Castiglione delle Stiviere.

Per uno scherzo curioso della statistica, nel secondo episodio di intossicazione sono rimaste coinvolte di nuovo 11 persone. Questa volta il fatto è accaduto a Busto Arsizio, in provincia di Varese, ed ha visto coinvolti – fortunatamente senza gravi conseguenze – anche due bambini di 3 e 5 anni. Anche in questo caso l’intossicazione è stata probabilmente dovuta alle esalazioni di una caldaia malfunzionante: il 118, intervenuto con un’automedica e 5 ambulanze ha ricoverato tutti i pazienti in codice giallo. Secondo quanto si è appreso in serata non necessiteranno del trattamento in camera iperbarica, normalmente riservato ai casi più gravi di intossicazione da monossido.

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Mario Monti Spread

La Nemesi Elettorale

Salerno-Reggio Calabria: per ogni chilometro 500mila euro alle cosche