in

Invecchiare bene: i consigli per farlo al meglio

Secondo una ricerca statunitense del 2008  pubblicata su Archives of Internal Medicine, la genetica conta per un 30% sul fronte della longevità, il resto è legato ad un sano stile di vita. Quindi possiamo facilmente intervenire almeno su una delle componenti che modulano l’invecchiamento: come viviamo.

ginnastica dolce terza età

Ecco alcuni consigli antiaging:
Camminare almeno 20 minuti ogni giorno è un antidoto allo stress e alla depressione, fattori che influenzano l’ invecchiamento. La sana abitudine di una passeggiata aiuta a ritrovare la connessione con se stessi e smaltire i momenti di rabbia, migliorare microcircolo, pelle e muscoli oltre a far ritrovare la linea e la tonicità dei tessuti.
L’attività fisica è importante. Dedicare un giorno alla settimana per seguire un corso in palestra, nuoto, aquagym, o danza è facile perché le offerte sono numerose. Oltre ad imparare una nuova disciplina divertendosi, ci si mantiene in allenamento e finalmente si dedica un po’ di tempo a se stessi.
– Hai un bel giardino o ti piace curare le piante del tuo balcone? Una ricerca svedese pubblicata sulla rivista British Medical Journal (2009) rivela che coloro che si dedicano al proprio orto o alla cura del giardino hanno un’aspettativa di vita superiore di circa un anno e mezzo, e che arriva fino a oltre due anni nei casi di lavoro di giardinaggio intenso e di durata superiore alle tre ore alla settimana.
– Forse non c’è mai stato tempo di farlo prima ma dedicarsi al volontariato oltre a essere utile socialmente è utile a se stessi. Secondo recenti ricerche le persone impegnate nel sociale hanno dimostrato di godere di maggior salute, forza e memoria.
L’alimentazione è un forte fattore contro l’invecchiamento precoce. Una dieta ricca di principi nutritivi ed equilibrata è in grado di prevenire patologie cronico-degenerative. Fare piccoli pasti ed in generale mangiare poco: stare leggeri a tavola favorisce la buona salute. Scegliere cotture semplici e prediligere la dieta mediterranea con tanta frutta, verdura e fibra, che stimolano il sistema immunitario ed ormonale. Banane, arance e mele, ricche di vitamina C e K, sono ottime alleate nella lotta per la prevenzione della malattia di Alzheimer e per combattere l’invecchiamento. Ma anche il cioccolato fondente, ricco di flavanoidi, è un antiossidante importante per la protezione del cuore e per la lotta contro le prime fasi dell’oncogenesi: concedersi qualche peccato di gola non è dannoso se si segue la regola della moderazione.
– Mantenere giovane il cervello è un’altro portentoso antidoto contro l’età che avanza. E’ tutta una questione di allenamento: rebus , sudoku e cruciverba sono ottimi per stimolare la materia grigia e mantenere in forma memoria e capacità cognitive. Apprendere è un processo che non finisce mai. Ogni giorno la nostra curiosità può essere stimolata e messa alla prova con un nuovo hobby o un corso di lingua. Inoltre, è stato dimostrato che meditazione e yoga influenzano positivamente la buona salute del nostro organismo, sia a livello fisico che psicologico.
Regalarsi un momento di piacere e un lusso,  un po’ di tempo, è una scelta che non va mai rimandata. Ad esempio uscire un po’ con le amiche a fare colazione fuori o concedersi la lettura del giornale di fronte a un caffè, prima di immergersi in una passeggiata all’aria aperta in un parco o una città vicina: a volte per viaggiare basta un treno e un pomeriggio libero da dedicare alla scoperta di nuovi stimoli. Proprio questo è il segreto per restare giovani: continuare ad alimentare la naturale curiosità come ad ogni età.

Tutto questo è la base della ricetta per una longevità sana, che garantisca “non solo più anni alla vita, ma più vita agli anni”, per citare le parole di Rita Levi Montalcini, modello amatissimo di splendida vecchiaia.

Matteo Branciamore lascia I Cesaroni: “mi ha stancato l’immagine del ragazzo timido della porta accanto”

Matteo Renzi intercettazione su Letta

Renzi news: in Angola per sostenere investimenti Eni