in ,

Ior, Vaticano, bilancio: utili in calo nel 2013, ma nel primo semestre sono +57,4 mln

Lo Ior, l’Istituto per le Opere di Religione del Vaticano, ha pubblicato il suo bilancio del 2013. Il rendiconto presenta un’utile di 2,9 milioni di euro, mentre il primo semestre di quest’anno mostra già un +57,4 milioni, più in linea con le abitudini della Santa Sede.

Vaticano Papa Francesco riceve Noemi

L’utile in forte calo del passato anno economico finanziario è infatti “influenzato dalle passati gestioni”, come scrive lo stesso Ior in seguito alla pubblicazione del bilancio. Vede, infatti, un -83,7 milioni rispetto al 2012, quando l’utile era stato addirittura di 86,6 milioni. Mettendo da parte la sacrosanta domanda: “Cosa se ne faccia il Vaticano e come abbia messo da parte un guadagno netto di così tanti milioni?”, passiamo a capire da dove derivi il risicato +2,9 milioni della gestione 2013.

Nel 2012 il Vaticano ha optato per una riorganizzazione dello Ior, la cosiddetta Fase I della banca vaticana. Questa prevedeva l’operazione Lux Vide, voluta dal cardinale Tarcisio Bertone con prestiti in obbligazioni convertibili fatti alla casa di produzione televisiva e cinematografica della Santa Sede. Questa voce di bilancio è descritta come “Cessione a titolo di liberalità titoli pari a 15,1 milioni di euro in favore di una fondazione della Santa Sede”

Anticipazioni Il segreto martedì 8 luglio: Pepa perdonerà Tristan?

donne denuncia Yoox

Caso Yoox-Mr.Job: dopo la denuncia di mobbing delle operaie, sit-in in difesa del lavoro