in

Ipertensione, per le donne il 40% di rischi in più rispetto agli uomini

I problemi di pressione sanguigna hanno come conseguenza le malattie del cuore, che rappresentano 1/3 di tutte le cause di morte nel mondo. Sul problema dell’ipertensione nelle donne, più a rischio rispetto agli uomini, si è concentrato uno studio del Wake Forest Baptist Medical Center (Usa) e pubblicato sulla rivista “Therapeutic Advances in Cardiovascular Disease”. E’ stato riscontrato che nelle donne si verifica un maggior coinvolgimento ormonale nella regolazione della pressione sanguigna. Ipertensione nelle donne

Il rischio di morte per la donna, come conseguenza di malattie cardiovascolari, è superiore del 40% rispetto a quello dell’uomo. La ricerca ha considerato il genere sessuale dal punto di vista dell’incidenza dei casi più gravi, mettendo sotto osservazione 100 volontari, uomini e donne di età media superiore ai 50 anni. I test a cui sono stati sottoposti, facilmente effettuabili in uno studio medico, sono in grado di fornire informazioni chiave sullo stato del sistema circolatorio di un individuo, analizzando l’emodinamica, cioè le forze coinvolte nella circolazione del sangue. A parità di trattamenti per ipertensione le donne hanno mostrato un rischio cardiovascolare superiore, che i ricercatori hanno giustificato considerando il ruolo che gli ormoni femminili svolgono nella regolazione della pressione sanguigna.

L’ipertensione, quindi, è un problema che le donne non devono affatto trascurare e, grazie a questo studio, la ricerca saprà come indirizzare nuove sperimentazioni al fine di ottimizzare i trattamenti e studiare quale combinazione di farmaci possa intervenire sui livelli di pressione arteriosa nelle donne.

 

Prandelli italia Mondiale Brasile 2014

Amichevole Spagna-Italia potrebbe slittare

Giovanni Fattori mostra Milano

Giovanni Fattori, mostra di pittura a Milano