in

iPhone 6: le app per anonimato, gossip e libertà di parola

Pettegolezzi, confessioni e scottanti rivelazioni filtrate da una sola app a portata di smartphone. Si tratta di una nuovo software, sviluppato per il mercato americano, che ha scalato la classifica delle app per iPhone (ora disponibile anche per Android) con più di un milione di download su iTunes.

secret applicazione

Un successo inaspettato per gli sviluppatori di SecretChris BaderDavid Byttow, entrambi ex dipendenti di Google. La motivazione dei due geek? Un misto di curiosità e entusiasmo che ha indirizzato i due ragazzi verso una proficua sperimentazione dell’app sugli amici in comune. La possibilità di generare un effetto sorpresa nella mente delle vittime prese di mira ha infatti infervorato Chris e David che non si sono tirati indietro nel proseguire l’esperimento. Il risultato ha confermato la genialità dell’app: un successo inverosimile commentato positivamente persino dai media.

Secret però non è la prima né l’ultima applicazione che garantisce l’anonimato, prima di lei sono arrivate Ask.fm e Whisper. Quest’ultima ha persino superato quota tre miliardi di pagine visualizzate, numeri che fanno sognare il duo creatore dell’applicazione. Intanto però, aldilà della barricata, le associazioni statunitensi minacciano una guerra senza precedenti se l’app non verrà eliminata al più presto dal mercato.
Secret sarà davvero la nuova Whatsapp? É ancora presto per saperlo, per ora accontentatevi di sperimentare “il potere dell’anonimato” sulla vostra cerchia di conoscenti scaricando dallo store online l’applicazione sul vostro smartphone.

 

 

birdman venezia 2014

Birdman, Venezia 2014, Recensione

Madrine Mostra Cinema di Venezia 2013 e 2014 a confronto look

Mostra del Cinema Venezia 2014: Eva Riccobono e Luisa Ranieri il look delle madrine a confronto