in

Iran: una madre perdona l’assassino del figlio sul patibolo

E’ il sito dell’AGI, in una nota del 17 aprile 2014, a diffondere la notizia di un uomo iraniano, pronto ad essere condannato a morte, a cui è stata risparmiata la vita grazie al perdono ricevuto dalla madre della vittima.

Terremoto Iran Oggi

Si chiama Balal e pochi mesi fa, all’età di 19 anni, commesse un omicidio in una lite avvenuta sulle strade di Nowshahr, nel nord del Paese. Ma Samereh Alinejad, madre della giovane vittima, ha deciso di rispondere con il perdono anziché con l’odio. La donna, dopo essersi avvicinata al patibolo e aver assestato uno schiaffo a quell’uomo che piangeva implorando pietà, ha stupito la folla presente sfilandogli il cappio.

La condanna a morte di Balal aveva sollevato una reazione di protesta in tutto il Paese, dove la legge della Sharia concede ai parenti della vittima di decidere le sorti dell’omicida. La madre, a cui già la famiglia aveva fatto pressioni perché graziasse il giovane omicida, ha dichiarato di sentirsi sollevata dopo il gesto di perdono.

Le Nazioni Unite stimano che siano oltre 170 le persone condotte al patibolo in Iran dall’inizio dell’anno.

(fonte: AGI; autore dell’immagine principale: Mohammadali F., da Flickr.com)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

L’amarezza collettiva per la morte dell’uomo libero Gabriel Garcia Marquez

Antonio Conte

Serie, Juventus: le parole di Antonio Conte in conferenza stampa