in ,

Iraq, donne Yazidi e cristiane rapite, rinchiuse un gabbie e vendute come bestie

Donne Yazidi e cristiane rapite alcuni giorni fa nella zona di Mosul, in Iraq, dai miliziani dell’Isis. Ora sono rinchiuse in gabbie e portate in giro per i mercati per essere vendute come schiave. La foto è stata scattata da Brigitte Gabriel attivista araba libanese.

Secondo quanto dichiara il ministero dei diritti umani iracheno, tutte hanno meno di 35 anni e sarebbero state rapite nella città di Sinjar, conquistata proprio da Isis. I miliziani si sarebbero divisi le ragazze nel campo di prigionia e poi le avrebbero costrette a indossare il velo integrale. Di tanto in tanto vengono messe un gabbie e portate in giro per le città per essere vendute. Come bestie al mercato agricolo. La notizia sta facendo il giro del mondo e sta provocando orrore.

Gerry Scotti bufala

Gerry Scotti è morto e lui non smentisce la bufala

il Governo approva il decreto attuativo del Jobs Act

Matteo Renzi: economia e giustizia tutte le misure del Governo #passodopopasso