in ,

Iraq, guerra a Isis: Obama autorizza raid aerei, ma non l’invio di truppe

Barack Obama ha autorizzato raid aerei mirati contro Isis, lo stato islamico in Iraq. Gli jihadisti, i miliziani musulmani che mettono in atto la guerra santa, hanno già ucciso e minacciato decide di migliaia di Yazidi, minoranza religiosa. Nelle scorse settimane, infatti, ci sarebbe stato un ultimatum da parte di Isis: o vi convertite o vi uccidiamo. Centinaia di donne sono state rapite e le uccisioni sono all’ordine del giorno.

barack obama

La minoranza religiosa degli Yazidi è concentrata soprattutto nella zona nord dell’Iraq, in particolare nella provincia di Niniveh, al confine con la Turchia. In loro difesa e accanto ad altre minoranze anche di cristiani si schiererebbero gli aerei americani.

L’intenzione del presidente Obama, infatti, è quella di raid mirati al fianco della popolazione civile e dei soldati americani rimasti in Iraq. Il capo di stato americano, però, ha assicurato che non ci sarà un’altra guerra. Nessun invio di altri soldati. Il ritiro delle truppe dallo stato mediorientale, infatti, è stata completata solo pochi mesi fa e Barack Obama ha fatto di questo uno dei punti saldi della sua presidenza. Ma ha ribadito che “quando la vita di cittadini americani è in pericolo, dobbiamo agire. E’ un mio dovere”. Dunque raid solo ne necessari, mirati, e contemporaneo invio di aiuti umanitari nelle zone del nord della regione irachena.

auto in bilico su scalinata a bari navigatore fa sbagliare famiglia australiana

Bari: auto finisce in bilico su scalinata, colpa del navigatore

news gaza italiano morto

Gaza, ultime notizie: Hamas lancia razzi contro Israele