in ,

Irlanda libera dal tabacco entro il 2025: fumare diverrà un calvario

Si prospettano tempi difficili per gli irlandesi amanti delle bionde. Un piano di 60 punti – tra cui il divieto di fumare in macchina in presenza di bambini – promosso dal governo tenterà di ridurre drasticamente la percentuale dei fumatori.

Tabacco

Secondo gli ultimi dati, oggi in Irlanda più del 22% della popolazione di età superiore ai 15 anni fuma regolarmente.
Il ministro della salute irlandese James Reilly ha affermato che “il fumo è la principale causa di morte evitabile in Irlanda“. “Ogni anno” continua “almeno 5,200 persone muoiono per patologie derivanti dal tabacco. Il che significa un decesso su cinque“.
Già nel 2004, l’Irlanda è stato il primo paese a vietare il fumo nelle aree pubbliche e sui luoghi di lavoro. In quasi dieci anni, circa 3,726 decessi legati al vizio del fumare sono stati evitati.

Le proteste non sono tardate ad arrivare. Il portavoce del gruppo Forest Eirean – noto come “la voce del fumatore” – ha dichiarato alla tv irlandese che è “moralmente sbagliato ‘de-normalizzare’ il fumo“. Secondo l’esponente, questo porterà ad una “stigmatizzazione dei consumatori di un prodotto legale e amato da centinaia di migliaia di adulti, i quali assicurano un’ingente quantità di denaro nelle casse dello Stato“. Il rischio, inoltre, è quello di fomentare il mercato nero.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Max Mara: possibilità di assunzioni e formazione in Italia e all’estero

Al via la 1^ edizione del Maker Faire, gli artigiani del futuro riuniti a Roma