in ,

Isabella Noventa, a Quarto Grado le telefonate di Manuela Cacco a Freddy: “Sei l’onnipotente”

Manuela Cacco totalmente succube di Freddy Sorgato? Soggiogata dall’uomo di cui fino a poco tempo fa diceva di essere follemente innamorata? Potrebbe essere, soprattutto alla luce dei contenuti delle numerose conversazioni telefoniche“Tu sei l’onnipotente ed io solo una comune mortale” – intercorse tra loro e intercettate dalla Procura di Padova, mandate in onda questa sera in esclusiva da Quarto Grado, su Rete 4.

“Devi imparare, devi memorizzare” – diceva Freddy Sorgato alla tabaccaia veneziana, stizzito per i modi di fare insistenti della donna, che a suo dire non avrebbe “imparato la lezione a memoria”. Quale lezione? Per gli inquirenti la versione ufficiale sulla scomparsa di Isabella da dare alla stampa e agli investigatori. “Chiama pure Mediaset e di’ quello che vuoi, fai come ti pare! Ti è stato detto di fare una cosa ma tu continui a fare il contrario!”, le diceva furioso Sorgato.

Alla luce di ciò che poi è avvenuto dopo quelle intercettazioni, ovvero l’arresto del trio diabolico Cacco, Freddy e Debora Sorgato, stasera in trasmissione si è fatto il punto sulle indagini e ci si è interrogati su quanto attendibili possano essere le parole della Cacco che, come sappiamo, interrogata in carcere dai magistrati ha ripetuto più volte che sarebbe stata Debora ad ammazzare la segretaria di Albignasego. “L’ha uccisa lei con due colpi di mazzetta da muratore, quella sera faceva paura, era vestita tutta di nero, come la ‘cattiva’ dei fumetti. Mi disse con orgoglio di aver ucciso Isabella”. La Cacco avrebbe scagionato Freddy, asserendo che “la sera del delitto non si era nemmeno cambiato i vestiti, non ce n’era bisogno perché non si era sporcato in quanto no coinvolto direttamente” nel delitto.

Dice il vero o mente? Anche se ancora non sono stati rivelati i risultati definitivi degli accertamenti scientifici sui rilievi fatti in casa di Sorgato, sembrerebbe tuttavia che né nella cucina della villetta di via Sabbioni a Noventa Padovana, né nel bagagliaio dell’auto di Debora, siano state rinvenute tracce ematiche della vittima. Il che, se fosse confermato dagli inquirenti, confuterebbe la versione della Cacco.

 

l

Settebello Olimpiadi Rio 2016

Pallanuoto, torneo preolimpico: il Settebello vola a Rio 2016, battuta la Romania 8-7

teresa e trifone quarto grado

Omicidio Pordenone Quarto Grado, Giosuè cercava su Google: “Vendo arma”