in ,

Isabella Noventa, accuse alla sorella di Freddy: “Ecco perché voleva farla sparire”

L’omicidio di Isabella Noventa dopo sei mesi di indagini è ancora irrisolto. Oltre il mistero del movente, gli inquirenti ad oggi non sono riusciti a trovare riscontri oggettivi alle versioni discordanti fornite da Freddy Sorgato (morte accidentale in seguito a un gioco erotico finito male) e Manuela Cacco, a detta della quale il delitto sarebbe stato commesso da Debora Sorgato che avrebbe nutrito profonda invidia verso la vittima, compagna del fratello Freddy.

Non solo, è infatti notizia di ieri – ne dà conferma Il Gazzettino – che la Procura di Padova ha disposto il dissequestro delle 4 vetture degli indagati, a bordo delle quali non è stata trovata alcuna traccia della vittima. Nemmeno nell’Audi di Freddy sulla quale certamente salì la sera in cui fu uccisa, per andare con Sorgato in pizzeria. Prova, questa, che l’uomo e la sorella complice avrebbero ripulito ogni luogo e oggetto con cui la Noventa entrò in contatto quella sera. Idem dicasi per i coltelli in uso a Debora, su cui i Ris non hanno rilevato alcuna traccia della segretaria uccisa.

>>> Leggi tutti gli articoli sul caso Isabella Noventa 

“Menti malate” – le ha definite Paolo Noventa ieri in collegamento con la trasmissione di Rai 1, Estate in diretta – “per arrivare ad organizzare un omicidio premeditato come questo. Il loro è odio e malattia mentale”. Accanto a lui l’avvocato Gian Mario Balduin, che non ha esitato a dire la sua: “Debora Sorgato c’entra sicuramente moltissimo in questa vicenda processuale. C’entra fin dalle lettere anonime inviate ad Isabella, che portarono alla presentazione da parte sua di 6 denunce per stalking. Queste lettere sicuramente provengono da quella parte, le sta analizzando la mia consulente […] Lettere con chiare minacce e ingiurie, lettere pesanti nei confronti di Isabella Noventa”.

Per l’avvocato Balduin il movente del delitto sarebbe da ricollegare proprio alla sorella di Freddy: “Debora ce l’aveva con Isabella perché secondo lei faceva del male al fratello, che soffriva per sentirsi ‘abbandonato’ da Isabella. Temeva l’ingresso di Isabella nella loro famiglia, c’erano in gioco molti interessi patrimoniali, non la voleva all’interno del loro nucleo familiare, doveva sparire”.

marta marzotto, marta marzotto morta, marta marzotto stilista, marta marzotto età, marta marzotto figli,

Addio a Marta Marzotto: stilista, modella e signora d’altri tempi

Biagio Antonucci e i diritti gay

Biagio Antonacci concerto Canale 5, tutte le ultimissime: annullata la data di Roma