in ,

Isabella Noventa, Debora Sorgato su Facebook: messaggio inquietante dopo il delitto

Il 15 febbraio 2016, esattamente un mese dopo la misteriosa scomparsa di Isabella Noventa, Debora Sorgato – implicata nel delitto insieme al fratello Freddy e all’amica Manuela Cacco – pubblicava su Facebook una foto raffigurante tre cassonetti della spazzatura con su scritto: “Ma le persone che ti ‘scadono’ in quale bidone dell’immondizia vanno messe?” (Clicca qui per leggere il post originale).

Una frase apparentemente priva di significato, simile a tante altre che circolano sui social network, ma che se contestualizzata, invece, potrebbe significare ‘altro’. Da settimane infatti sta prendendo piede l’ipotesi investigativa che il corpo mai ritrovato della segretaria di Albignasego uccisa la notte a cavallo tra 15 e 16 gennaio sia stato gettato via dai suoi aguzzini in un bidone della spazzatura. Alla luce dei fatti, dunque, quel post di Debora Sorgato, riletto, si veste di nuovi possibili significati che fanno gelare il sangue e rafforzano la pista della Procura, ovvero che il delitto di Isabella Noventa sia stato premeditato fin nei dettagli.

A rafforzare siffatta tesi, una clamorosa indiscrezione pubblicata dal settimanale Giallo, secondo cui a qualche settimana dal delitto Freddy Sorgato avrebbe chiesto a un investigatore privato: “Come funziona il Gps installato sull’auto?”, ben conscio che il suo, dopo la scomparsa della Noventa, sarebbe stato analizzato dagli inquirenti. Sempre sul settimanale Giallo si legge che anche Debora Sorgato chiese informazioni in merito al funzionamento del sistema satellitare installato nell’auto, proprio all’allora compagno, il maresciallo dei carabinieri, Giuseppe Verde.

Acqua e Sapone lavora con noi

Acqua e Sapone lavora con noi 2016: offerte per addetti vendita in varie città d’Italia

Moto Gp 2017 calendario

Moto Gp Austria 2016 orari, diretta tv e streaming gratis di prove libere, qualifiche e gara