in ,

Isabella Noventa news processo: lettera anonima e Mala del Brenta, la parola passa alla difesa del trio Cacco-Sorgato

Omicidio Isabella Noventa processo: la parola passa alle difese del trio diabolico

Omicidio Isabella Noventa: nuova udienza oggi 30 maggio del processo con rito abbreviato a carico di Manuela Cacco e dei fratelli Freddy e Debora Sorgato. La parola passerà nella giornata odierna ai loro difensori. Il giudice del Tribunale di Padova a breve sarà chiamato a decretare sulla richiesta di condanna formulata dal pm Giorgio Falcone, che per la tabaccaia veneziana ha chiesto 16 anni e 18 mesi di carcere, l’ergastolo invece per i fratelli Sorgato.

Omicidio Isabella Noventa, lettera anonima a Freddy piena di nomi e dati: accuse al fratello della vittima

Isabella Noventa vittima della mala del Brenta? Riemerge questa ipotesi

Con ogni probabilità la difesa dei tre imputati tirerà in ballo la lettera anonima indirizzata a Freddy Sorgato, in cui lo si invita a rivelare la verità sull’omicidio di Isabella Noventa e si paventa un movente economico legato al delitto e al fratello della vittima, Paolo Noventa. Delitto che, secondo la lettera anonima lunga quattro pagine, sarebbe stato eseguito da esponenti della Mala del Brenta.

Quella fornita dalla missiva anonima – che i legali degli imputati sarebbero intenzionati a chiedere venga acquisita agli atti – è una lettura decisamente inedita della vicenda, che confuta il delitto passionale e scagiona Freddy. A scriverla un anonimo che tuttavia dà parvenza di essere a perfetta conoscenza di fatti e dei protagonisti di questa vicenda omicidiaria, ma soprattutto dei retroscena ad essa legati. Quattro pagine scritte in modo professionale: il messaggio a Freddy dice in sostanza “Perché non parli? Perché non racconti la verità?”.

La mano anonima fa riferimento a un riciclaggio di denaro e traffici di oro e cita il nome di Smeraldo Marigo, l’ex marito della tabaccaia Manuela Cacco. Freddy davvero sa qualcosa ma non parla per paura, perché magari minacciato da qualcuno? La pista della male del Brenta fu a suo tempo scartata dagli inquirenti, e probabilmente anche questa lettera sarà giudicata dalla pubblica accusa quale ennesimo depistaggio, giacché secondo il quadro accusatorio Isabella Noventa sarebbe stata uccisa per invidia da parte dei tre, i quali la detestavano ognuno per ragioni e motivazioni personali, e che per questo si sarebbero trovati concordi nel progettare la sua fine e nel farla sparire per sempre.

La lettera anonima a Freddy che indica un movente economico del delitto

L’omicidio di Isabella Noventa, secondo la tesi dell’anonimo, sarebbe da rintracciare in un prestito in denaro per aiutare il fratello, ma che la donna non sarebbe riuscita a restituire. Ecco uno stralcio della lettera reso noto dalla trasmissione Quarto Grado venerdì scorso:

“Caro Freddy, la verità sulla morte di Isabella è ancora lontana. L’ergastolo richiesto per voi è ingiusto, perché non è mai stato accertato che Isabella sia arrivata a casa tua, infatti non sono state verificate le telecamere nella tangenziale, in prossimità dell’autostrada, che porta a Noventa Padovana, in via Sabbioni, dove abiti.

Isabella ci è mai arrivata lì? No, la storia di quella notte è diversa. C’è un altro movente dietro la scomparsa di Isabella, ed è economico. Sono i debiti contratti dal fratello Paolo, che tu conosci bene, la causa scatenante. Paolo aveva bisogno di denaro a causa dei suoi guai giudiziari ed economici, e lo ha chiesto a ******** usuraio. Isabella gli avrebbe fatto da garante. Ma aveva intenzione di prestare a Paolo del denaro di ******, un carcerato. 

L’usuraio era amico tuo, di Manuela Cacco e Smeraldo Marigo, l’ex marito di Manuela. Tu e tua sorella Debora avevate dato l’ok per il prestito, così da aiutare Paolo e Isa. Ma Paolo non aveva i soldi per restituirlo ed ecco che Isabella viene fatta sparire, quella notte, per intimidire Paolo. Ma qualcosa va storto, e quella che doveva essere una semplice intimidazione diventa qualcosa di peggio. Ho circostanziato il mio racconto di nomi e date, perché la verità venga a galla”.

Cinema a 2 euro giugno 2017: ci sarà il Cinema2Day? Le ultimissime

La prova del cuoco ricette dolci oggi, la prova del cuoco ricette dolci, la prova del cuoco ricette oggi, la prova del cuoco 30 maggio 2017, crostata morbida al melone daniele persegani, crostata morbida al melone la prova del cuoco,

La Prova del Cuoco ricette dolci oggi: crostata morbida al melone di Daniele Persegani