in ,

Isabella Noventa, risultato perizia azzera indagini: “Mai stata a casa di Freddy”

Colpo di scena nelle indagini sull’omicidio di Isabella Noventa. Così come al piano terra, nemmeno al primo piano della villetta di Freddy Sorgato, nello specifico in camera da letto, vi sono tracce della tabaccaia di Albignasego.

Ciò potrebbe significare che la notte in cui fu uccisa – era il 15 gennaio 2016 – la 55enne potrebbe non aver nemmeno messo piede in quella casa, dove a detta di Manuela Cacco, implicata nel delitto e per questo in carcere dal 16 febbraio, così come i fratelli Sorgato, la donna sarebbe stata uccisa “da Debora, a colpi di mazzetta in testa”.

Indagini lunghe e complesse, che alla luce delle indiscrezioni di queste ore sembrano aver fatto un buco nell’acqua. La dottoressa Luciana Caenazzo, incaricata dalla procura di effettuare accertamenti scientifici nella presunta scena del crimine, non avrebbe infatti trovato la benché minima traccia riconducibile a Isabella Noventa.

Eppure Freddy Sorgato aveva detto agli inquirenti che Isabella Noventa è morta lì in seguito ad un gioco erotico finito male. Come è possibile, dunque, che non vi siano tracce biologiche della vittima in quella casa? Il trio diabolico continua a mentire e prendersi gioco degli inquirenti?

Concorso inps laureati giurisprudenza

Concorso Inps 2016 per laureati in Giurisprudenza: posti per praticanti in tutta Italia

Giacomo Redondi Mondiale Enduro motocross

Motocross Mondiale Junior Enduro 2016, Giacomo Redondi a caccia del titolo