in ,

Ischitella 15enne colpita in volto da proiettile: caccia all’ex compagno della madre

Aggiornamento ore 19:30 – Trovato nelle campagne della località Callone, vicino Ischitella (Foggia), il cadavere del presunto responsabile del tentato omicidio della 15enne colpita in pieno volto da un proiettile questa mattina, mentre andava a scuola. Dai primi accertamenti si tratterebbe dell’ex compagno della madre della ragazzina, che si sarebbe ucciso con la pistola usata nell’agguato contro la minorenne.

*****

 

Ischitella: la 15enne che questa mattina è stata colpita in pieno volto da un proiettile è in condizioni disperate. Il responsabile dell’agguato sarebbe, stando alle indiscrezioni dell’ultim’ora un 37enne, ex compagno della madre. L’uomo ha abbandonato la sua macchina poco distante dal luogo dell’aggressione e si è dileguato a piedi. Avrebbe agito per vendetta nei confronti della madre della ragazzina, che lo aveva lasciato.

E’ ricercato da ore da parte della Polizia, coadiuvata da cani ed elicotteri. I sospetti degli inquirenti si sono concentrati su di lui alla luce delle evidenze dei video delle telecamere di videosorveglianza della zona, che mostrerebbero il ricercato avvicinarsi di spalle alla ragazzina, spararle a bruciapelo e poi darsi alla fuga. Il 37enne sarebbe esperto dei luoghi in cui si è rifugiato in quanto cercatore di funghi e conoscitore dell’area ora passata al setaccio dagli inquirenti.

>>> Ischitella ragazzina colpita in volto da proiettile mentre va a scuola: è in condizioni gravissime <<<

“Spero che ti ammazzi bastardo lurido. Te la prendi con una ragazza di soli 15 anni, sei un rifiuto umano”, questo il post carico di rabbia e dolore pubblicato su Facebook dalla madre della 15enne, la quale secondo le indiscrezioni aveva già segnalato alle autorità l’ex compagno, dicendo di temere che l’uomo facesse del male a lei e alla figlia. La donna si troverebbe a Viareggio, la figlia era affidata ai nonni, è lei a scriverlo: “Era in affidamento ai miei ed io ho avvertito che sarebbe successo qualcosa ma nessuno mi ha dato retta. Io non c’ero ma i miei che l’avevano in affidamento dov’erano? Non doveva prendere il pullman visto che c’erano delle denunce in corso. Dovevano accompagnarla loro a scuola. L’assistente sociale del comune di Ischitella mi aveva assicurata che dai miei stava benissimo. Ora mia figlia è in coma farmacologico”.

Ultimi sondaggi elettorali: PD vs M5S? In testa c’è l’astensionismo

Gérman Pezzella età, altezza, peso, fidanzata e contratto del jolly della Fiorentina (FOTO)