in ,

Isis, decapitazione cristiani copti egiziani: il video potrebbe essere un falso

C’è qualcosa che non quadra nel video della decapitazione di 10 ostaggi cristiani copti operata dai terroristi jihadisti dell’Isis in Libia, e diffusa via web lo scorso 10 febbraio. Un team di esperti di comunicazione e montaggio televisivo ha infatti analizzato quel filmato, notando molte anomalie e arrivando alla conclusione che potrebbe trattarsi di un falso.

I dubbi sull’autenticità di quel video dell’orrore arriverebbero dalla constatazione di alcune stranezze, prima fra tutte l’eccessiva e sproporzionata altezza dei boia, ripresi mentre camminano in riva al mare insieme ai prigionieri, in tuta arancione, destinati alla morte. Troppo alti rispetto agli altri, fa notare la tv americana, Fox News. Non solo, vi sarebbero altre incongruenze che farebbero pensare a delle immagini manipolate ad arte: il Mar Mediterraneo che si tinge di rosso – presumibilmente con il sangue delle vittime decapitate – potrebbe in realtà essere il frutto di un artificio conosciuto col nome di “tecnica del rotoscoping”.

selvaggia lucarelli

Selvaggia Lucarelli, Oscar 2015: Scarlett Johansson hooligan del Feyenoord

Veronica Panarello alimentata da flebo in carcere

Loris Stival, la madre alimentata con la flebo: rifiuta il cibo da giorni