in ,

Isis Libia: Pentagono conferma primi raid Usa contro Daesh

E’ una conferma che ha una portata storica. E’ lo stesso Pentagono ad avallare l’indiscrezione: gli Usa si sarebbero mossi contro l’Isis anche in Libia. Dopo Siria e Iraq, li Stati Uniti d’America attaccano anche nell’ex Stato di Gheddafi. Sono passati oltre 5 anni da quando i caccia americani hanno sorvolato per l’ultima volta la Libia. Per la precisione gli Stati Uniti non intervenivano in Libia dalla caduta di Muammar Gheddafi, nel 2011.

Gli aerei sono tornati a bombardare con l’ obiettivo di stanare e distruggere le postazioni dell’Isis nel paese. Le indiscrezioni si erano rincorse durante tutta la giornata, ma adesso c’è una conferma ufficiale direttamente dal portavoce del Pentagono Peter Cook che sottolinea come l’intervento militare punta a negare all’Is “paradisi sicuri” in Libia. Una decisione sofferta che è stata rimandata a lungo, ma necessaria vista la contingenza del momento.

L’azione è stata effettuata su richiesta diretta del governo del premier Fayez al-Serraj. Durante il mese di maggio il premier libico aveva chiesto di intervenire anche all’Onu. Attualmente le forze libiche sono spaccate a metà. A Sirte l’Isis è asserragliata dall’esercito regolare, mentre a Bengasi agiscono altre forze contro il Daesh.

maltrattamenti asilo nido bicocca

Milano maltrattamenti all’asilo, titolare arrestato rimesso in libertà: “Se sono libero ci sarà un perché”

Temptation Island 3

Temptation Island 3 intervista esclusiva a Gabriella: “speravo in un esito positivo”