in ,

Isis news: 14 militanti uccisi, pericolo armi chimiche e radiologiche

Durante gli scontri tra gli uomini dell’Isis e l’esercito nella regione di Wadi Hendi, che si trova ad est della Libia, 14 militanti dell’Isis sono stati uccisi. A riferirlo, il sito di informazione Alwasat. “Sono morti anche due soldati” è quanto ha riferito il portavoce dei militari Abdel Karim Sabra.

Mentre proseguono gli scontri armati contro l’Isis in Libia, dalla Gran Bretagna arrivano scioccanti scoperte: l’Isis potrebbe avere accesso a componenti radiologiche e chimiche che, chiaramente, userebbero per costruire armi. “Isis e Al Qaeda cercheranno d’acquisire capacità chimiche, biologiche e radiologiche”.

A rendere note le informazioni è il premier David Cameron che, per spingere verso il raid in Siria, ha citato il documento sulla sicurezza dove, appunto, si evince che l’Isis potrebbe procurarsi le componenti necessarie per la costruzione di ordigni nucleari.

valeria solesin autopsia

Funerali Valeria Solesin: Venezia piange, per lei almeno 10mila persone e una dignità rara

Concorso magistratura 2016: bando, requisiti e scadenze, 350 i posti