in ,

Isis news, espulso tunisino a Brescia: era pronto a compiere attentati in Italia

E’ stato espulso stamani, su un volo decollato questa mattina da Fiumicino e diretto a Tunisi, un 23enne tunisino arrestato martedì a Edolo, in provincia di Brescia, dove risiedeva.

Si tratta di Bendhiab Nasreddin, ed è stato raggiunto ieri da un decreto di espulsione con l’accusa di propaganda in rete in nome dell’Isis. Secondo l’Antiterrorismo il sospettato era pronto ad entrare in azione: “A metà novembre aveva ricevuto indicazioni, da persona a lui nota, di compiere attentati nel nostro Paese simili a quelli di Francia e Belgio, per ritorsione contro le operazioni dell’Italia in Libia”.

Questo il comunicato diffuso poco fa dal Viminale: “Le indagini di polizia hanno documentato che lo straniero era collegato a un foreign fighter marocchino, già domiciliato nel milanese, con il quale era in contatto tramite social network. Rientrato in Italia il 15 agosto scorso, dopo un prolungato periodo in Tunisia, Nasreddin aveva manifestato chiari indicatori di radicalizzazione”. Secondo il ministero dell’Interno il tunisino espulso sarebbe stato in procinto di lasciare l’Italia quanto prima per unirsi allo Stato Islamico.

Claudio Ranieri Premier League

Calciomercato, Acerbi corteggiato dal Leicester: 10 milioni al Sassuolo per il sì

Vacanze di gennaio 2017 dove andare: offerte in Italia per divertirsi o rilassarsi