in ,

Isis news ostaggi decapitati: ex jihadista rivela perché appaiono calmi prima dell’esecuzione

Un ex jihadista ha rivelato un particolare terribile relativo agli ostaggi dell’Isis, che spiegherebbe perché i tanti prigionieri in tuta arancione a noi tristemente noti, perché giustiziati e finiti in video diffusi via web dai fedeli allo Stato Islamico, appaiano così “calmi e tranquilli” fino a qualche istante prima di essere giustiziati.

L’ex terrorista ha infatti svelato a Sky News che in realtà i condannati a morte non saprebbero di essere in procinto di morire; il jihadista ‘pentito’ lo rivelerebbe in un video su You Tube: ogni ostaggio verrebbe sottoposto a tante finte esecuzioni, così tante da pensare che non verrà ucciso. “Non ci sono problemi, solo un video. Non vi uccidiamo, vogliamo che il vostro governo smetta di attaccare la Siria. Non abbiamo alcun problema con voi”, questa la giustificazione che verrebbe data loro dai boia dell’Isis. Poi l’ostaggio, “quando è tranquillo”, viene decapitato.

Questa la tecnica di morte adottata dai jihadisti, che fa apparire nei video delle esecuzioni gli ostaggi sereni e completamente sottomessi. L’ex terrorista racconta inoltre che i carcerieri devoti al Califfato “davano agli ostaggi nomi arabi, per farli sentire integrati e al sicuro e convincerli che erano tra persone con intenti amichevoli”. Quando i prigionieri si ribellano e scalciano, le parti del filmato verrebbero tagliate, e solo le immagini di prigionieri occidentali sottomessi all’Isis sarebbero destinate alla diffusione online.

Uomini e Donne gossip: Sonia Lorenzini, Claudio D'Angelo

Uomini e Donne gossip: Claudio D’Angelo innamorato, Sonia Lorenzini reagisce così

Nuovo Governo Mattarella Gentiloni

Nuovo Governo: Mattarella dopo le consultazioni: “Armonizzare il sistema elettorale”