in ,

Isis: quattro famosi calciatori siriani sono stati decapitati dai jihadisti

Ancora orrore a Raqqa, nella capitale sotto assedio del califfato continuano le esecuzioni sommarie. Le vittime di questo ultimo atto sanguinario sono quattro famosi calciatori siriani che giocavano nella squadra dell’Al-Shabab. Le milizie dell’Isis li hanno decapitati proprio per la loro passione. Stando alle indiscrezioni giunte sul fatto, i jihadisti considerano il gioco del calcio impuro e contro l’Islam. Le terribili immagini  sull’accaduto sono state postate sul profilo Twitter di un gruppo di dissidenti.

Nelle foto si può notare come alcuni ragazzini ispezionino i cadaveri dei quattro calciatori. I nomi delle vittime sono Osama Abu Kuwait, Ihsan Al Shuwaikh, Nehad Al Hussen e Ahmed Ahawakh. C’è anche un quinto uomo, ma ancora non è chiara la sua identità. Il gruppo che ha rilasciato le foto si chiama “Raqqa viene violentata in silenzio”. La resistenza utilizza i Social per combattere l’Isis dall’interno dei suoi confini e denunciare le numerose violenze perpetuate dagli uomini del califfato.

Secondo quanto riporta il gruppo, in realtà la vera ragione dell’esecuzione sarebbe un’altra. Secondo gli uomini dell’Isis, i quattro calciatori avrebbero collaborato con un gruppo di ribelli curdi, nemici delle milizie del califfato. Le cinque vittime quindi erano delle spie. Rimane comunque l’orrore dell’ennesima esecuzione sommaria.

Classifica Fimi Album aggiornata, la top10 della settimana: ingresso per i Blink 182, i dettagli

Vacanze al mare ad agosto offerte 2016

Vacanze low cost agosto 2016: offerte economiche al mare, campeggi e idee per risparmiare