in ,

Isis, Siria: decapitate 4 milizie curde, 3 erano donne

L’Isis avanza nel nord della Siria e continua a seminare il terrore. Quattro milizie curde, di cui tre erano donne, hanno perso la vita oggi, decapitate dopo essere state fatte prigioniere dai jihadisti in Siria. Continua la propaganda del terrorismo islamico sulla pelle degli ostaggi. Di neanche 24 ore fa la notizia della diffusione da parte dell’Isis del nuovo video di John Cantlie, il giornalista inglese in mano ai terroristi che è costretto a dar voce alle loro parole, comunicando i messaggi di sfida all’Occidente del “Califfo” Abu Bakr al Baghdadi, che manda a dire che la strategia di Obama è prevedibile, ed il nuovo conflitto in Siria e in Iraq “non renderà l’Occidente più sicuro”: “con i raid”, assicura, “non vincerete”.

Isis decapitate tre milizie curde Siria, erano donne

E tuttavia continuano in questi giorni i raid dei  caccia bombardieri americani, in totale 22 in 24 ore, dei quali 11 in Iraq. Qui i militari sono riusciti a far esplodere alcune postazioni nei pressi della diga di Mosul, dove i militanti Islamici si nascondevano.  Ugualmente in Siria, dove undici covi Isis sono stati smantellati nei pressi di Aleppo e a Mazra al Duwud, vicino alla frontiera con la Turchia.

Controffensive anti-isis arrrivano anche dai combattenti curdi peshmerga, stanziati nel Nord dell’Iraq,  e dai caccia Tornado di Sua maestà la Regina di Inghilterra, che stanno operando contro le postazioni jihadiste del Nord dell’Iraq.

Foto immagine evidenza: Corriere.it

 

fabrizio corona chiede giustizia

Fabrizio Corona grazia: appello di Gabriele Parpiglia su Instagram

il segreto

Uomini e Donne anticipazioni trono classico: Jonas Berami innamorato di Tina Cebolla