in ,

Isis, video shock: un bambino giustizia prigionieri

Orrore senza fine. Solo così si può definire il nuovo video reso pubblico dall’Isis in cui si vede un bambino giustiziare a colpi di pistola due prigionieri. Il bambino è a volto scoperto, anche se nell’editing del video è stato censurato. L’età del piccolo boia è di circa 8-10 anni e secondo l’Isis i giustiziati sono due “spie russe”. Probabilmente si tratta di due membri caduti in disgrazia della colonna cecena molto attiva nei ranghi dell’Isis.

Dopo aver giustiziato i due prigionieri, che appaiono legati mani e piedi, il bambino esulta dicendo: “Ho ucciso gli infedeli, diventerò un mujahed [cioè un combattente della jihad]”. L’unica speranza è che il video sia un atto meramente propagandistico. Speranza questa che può essere rinfocolata dal fatto che nel filmato non ci sono tracce di sangue, né si vede l’impatto dei proiettili. D’altra parte l’attentato di pochi giorni fa da parte dei miliziani di Boko Haram lascia pochi margini di incertezza riguardo al rispetto che gli estremisti islamici hanno nei confronti dei bambini.

Lega Nord polemica per tema scolastico offensivo

Vicenza, bufera Lega Nord per tema a scuola: “Immigrati una risorsa, convinci un leghista”

Il trio Velasco, Fiamma, Jacopo

Anticipazioni Centovetrine martedì 13 gennaio: la gelosia di Jacopo