in , ,

Islam: Corano più antico di Maometto, scossa nel mondo musulmano

Per milioni di fedeli musulmani Maometto, a partire dal 610 a.c fino alla morte nel 632, avrebbe prima ricevuto la rivelazione divina e poi divulgato i suoi insegnamenti. Proprio in quest’arco di vita di quello che oggi è conosciuto come l’Unico Profeta sarebbe stato scritto e diffuso il Corano, vero pilastro l’Islam. Ma se non fosse così?

Lo scorso luglio alcuni ricercatori dell’università di Birmingham avevano rinvenuto un frammento di un particolare Corano: era il più antico mai ritrovato. La notizia si era presto diffusa il tutto il mondo accademico ma nessuno poteva immaginare che ulteriori analisi con la datazione al carbonio – congiunte con l’università di Oxford –  avrebbero portato ad una presunta scoperta come quella che sta facendo il giro del mondo in questi giorni e che, se confermata, rappresenterebbe una scossa per l’intero mondo musulmano: il Corano ritrovato sarebbe da datarsi 568 a.c, cioè addirittura prima che Maometto nascesse.

Tra gli studiosi c’è chi ancora non si sbilancia in attesa dell’ufficialità delle analisi e delle controprove, e chi invece parla di una concreta possibilità per cui Maometto e suoi seguaci abbiano potuto utilizzare un testo già in circolazione – ampliandolo e strumentalizzandolo – per meglio penetrare nel tessuto sociale dei popoli arabi del V sec. Di certo una rivalutazione delle origini e della composizione del testo sacro per eccellenza dell’Islam – equivalente della nostra Bibbia – porterebbe scompiglio in una comunità già instabile  per via dei molti conflitti interni.

Festivaletteratura

Festivaletteratura 2015, iniziato il conto alla rovescia

guerrina piscaglia ultime news

Guerrina Piscaglia ultime news, la rabbia dei familiari: “Gratien mente”