in ,

Ismaele sgozzato a Pesaro: trovata l’arma del delitto

Igli Meta ha indicato ai Carabinieri di Pesaro Urbino il luogo in cui ha nascosto l’arma del delitto: il coltello che il reo confesso ha utilizzato per sgozzare Ismaele è stato ritrovato a Sestino, comune in provincia di Arezzo. Rinvenuto anche l’iPhone del diciassettenne di Pesaro: il telefono era sulla sponda del fiume Auro a Borgopace.

Meta Igli ha confessato, dopo svariate ore di interrogatorio, di aver ucciso Ismaele per gelosia. Il ventenne, infatti, temeva che ci fosse del tenero tra la sua fidanzata ed Ismaele. Dall’interrogatorio è anche emerso che Igli aveva un complice: Mema Marjo.

La fidanzata di Meta Igli, dopo aver scoperto di essere il movente per il quale Ismaele ha perso la vita, ha comunque affermato che ama Igli e lo aspetterà.

Ultime notizie Napoli calcio: come sarebbe adesso l’11 di Sarri

Calciomercato Fiorentina News

Calciomercato Fiorentina ultimissime: Milinkovic-Savic, salta tutto