in ,

Israele – Italia: sputi e saluti fascisti nella curva dei tifosi azzurri

Mentre l’Italia trionfava su Israele nella partita valida per la qualificazione ai mondiali in Russia del 2018, sugli spalti dello stadio di Haifa un gruppo nutrito di tifosi dell’Italia ha dato sfoggio del peggio di sé. Il fatto è avvenuto durante l’esecuzione degli inni nazionali. Il gruppo è stato protagonista di saluti fascisti e sputi. Gli elementi che si trovavano nel settore ospiti, “dopo essere stati individuati, sono stati fermati e allontanati dallo stadio” si legge su Moked, il portale dell’ebraismo italiano che mostra anche una foto del fatto.

A questo punto si apre un piccolo mistero. Infatti il consolato italiano in Israele, citando fonti della polizia locale, avrebbe affermato che ad essere fermati e allontanati sono stati due elementi, ma non a causa dei saluti romani, bensì per il loro comportamento durante il match. “Fischi all’inno, sputi e saluti romani“, anche Ynet riprende il titolo di Moked, scrivendo poi che “la Federcalcio israeliana trasferirà le foto alla gemella italiana in modo da individuare e raggiungere i tifosi che hanno offuscato con il loro comportamento il resto dei sostenitori italiani, la squadra italiana e l’Italia stessa“.

Ma è lo stesso sito Ynet a fare un piccolo appunto. Stando a quanto afferma la testata israeliana, la curva italiana era stata riempita da “fan arabi” che indossavano magliette e bandiere azzurre.

Paralimpiadi Rio 2016 programma gare

Paralimpiadi Rio 2016 programma gare 8 settembre, orario diretta tv e streaming gratis

dove vedere Nishikori Murray

Tennis US Open 2016, dove vedere Nishikori – Murray: ora diretta tv, streaming gratis