in ,

Istanbul giornalista trovata impiccata, i familiari: “Crediamo a ipotesi suicidio”

Credono al suicidio i familiari di Jacqueline Anne Sutton, ex giornalista della Bbc e collaboratrice delle Nazioni Unite ritrovata senza vita in un bagno dell’aeroporto Ataturk, ad Istanbul, la notte del 17 ottobre. La donna è morta impiccata con dei lacci di scarpe. Le autorità turche avevano parlato da subito di suicidio, ma amici e colleghi della 50enne avevano sollevato dei dubbi, chiedendo venisse aperta un’inchiesta convinti che la giornalista fosse stata uccisa, caduta vittima di un complotto.

Dopo la diffusione dei video delle telecamere a circuito chiuso che la riprendono in aeroporto ad Istanbul, dove era giunta con un volo da Londra, negli istanti dopo avere perso la coincidenza per Erbil, in Iraq, i suoi familiari iniziano a credere che la donna abbia agito da sola, e in preda ad una crisi di nervi abbia deciso di togliersi la vita. La polizia ha spiegato che la Sutton per raggiungere l’Iraq avrebbe dovuto acquistare un altro biglietto aereo ma sarebbe stata sprovvista di denaro, in realtà la donna avrebbe avuto con sé 2.300 euro e carte di credito, scrive Repubblica, cui un collega della giornalista ha riferito che lui e i colleghi l’avrebbero aiutata senza problemi.

“Eravamo profondamente scettici sui primi risultati emersi dalle indagini. Ma in base alleprove che abbiamo visto, a questo punto crediamo che Jacky abbia agito da sola”, ha dichiarato Jenny, sorella della giornalista morta. I familiari della donna si dicono dunque d’accordo con le conclusioni investigative della polizia turca, benché moltissimi dubbi e sospetti aleggino tuttora sulla reale dinamica dell’accaduto.

pope is pop flash mob carcere

“Pope is Pop”, FLASH MOB delle detenute di Rebibbia per il Papa

Filetto di maiale alle mele ricetta Benedetta Parodi

Ricette Benedetta Parodi: filetto di maiale alle mele, rivisitato [FOTOGALLERY]