in

Italia – Croazia risultato finale 1-1: ecco la sintesi del match

La quarta partita del gruppo tra Italia Croazia si chiude col risultato di 1 a 1. Accade tutto nel primo tempo con l’Italia passata in vantaggio al decimo minuto grazie al destro da fuori area di Antonio Candreva che dai 2o metri batte Subasic con un tiro preciso; il pareggio arriva 5 minuti dopo quando Ivan Perisic rientra sul destro e dal vertice sinistro dell’area di rigoere batte Buffon, che si fa passare la palla sotto le braccia. Un’Italia molto timida che per larghi tratti della gara lascia il gioco nella mani dei croati nonostante al 25′ abbiano dovuto rinunciare al loro miglior giocatore Modric, che ha accusato un fastidio muscolare, al suo posto è entrato l’interista Kovacic. Non molto altro da segnalare nel primo tempo a parte un salvataggio sulla linea di Ranocchia su colpo di testa di Olic.

L’Italia comincia bene la seconda frazione con Zaza che parte da solo palla al piede e da fuori area, con un sinistro rasoterra prova a sorprendere Subasic che blocca senza problemi. Da questo momento l’Italia esce dal campo, la Croazia prende il pallino del gioco e costringe gli azzurri nella propria metà campo, incapaci di reagire. Al 60′ Conte ha già utilizzato gli ultimi due cambi rimasti prima entra El Shaarawy che ritorna in Nazionale dopo la Confederations Cup e sostituisce Immobile, poi Pellè prende il posto di Zaza. Da segnalare l’ottima prova del Faraone che ha provato diverse volte la conclusione verso la porta creando qualche patema alla difesa croata. Ma l’Italia si è svegliata solamente al minuto 68 con un tiro alto dello stesso El Shaarawy.

Al 75′ accade qualcosa di incredibile: l’arbitro Kujpers deve sospendere la partita per una decina di minuti a causa del lancio in campo di petardi e di fumogeni da parte di un centinaio di facinorosi croati. Viene spontaneo chiedersi come sia possibile che questa gentaglia riesca ad introdurre tutto questo armamentario in uno stadio. Alla ripresa della gara è un’altra Italia, molto grintosa che lotta sopratutto con i due neo entrati. La partita sembra destinata verso il pareggio, che sta bene ad entrambe alle squadre, sopratutto agli azzurri che però al minuto 86 rischiano grosso lasciando libero Perisic che dalla sinistra grazia Buffon con un diagonale a lato. Le due squadre rimangono in testa al gruppo appaiate a 10 punti, occhio alla Norvegia che vince in Azerbaigian e si porta a 9 punti. Da segnalare il pareggio per 1 a 1 ottenuto da Malta in Bulgaria.

whatsapp baffetti blu

Dopo WhatsApp Plus la doppia spunta blu sarà disabilitata solo a metà degli utenti dell’app. Chi?

michele cesari

Un Posto al Sole anticipazioni 17-19 novembre: nuovi guai per Tommaso