in ,

Italia, Marco Parolo: “Ci vuole sincerità per la Nazionale, la Lazio? Possiamo lottare per il vertice”

Oggi dal raduno azzurro di Coverciano è il turno di Marco Parolo, intervenuto in conferenza stampa in vista del doppio impegno della Nazionale contro Azerbaijan e Norvegia. L’Italia è prima nel girone H e la partita di Baku può già garantire l’accesso a Euro 2016, Parolo lo sa bene: “Contro l’Azerbaigian ci stiamo preparando nei minimi dettagli, quasi fosse una finale – sono le parole del centrocampista della Lazio che analizza l’avversario – Giocheremo nel loro nuovo stadio e daranno il 110% contro l’Italia. L’Azerbaigian non perde da quattro partite e questo le ha dato morale, rischia di essere una partita-trappola ma proprio perché sappiamo della sua importanza, daremo il 110%”.

Il ct Antonio Conte dovrà, però, fare a meno di Lorenzo Insigne che ha lasciato Coverciano per un infortunio al ginocchio destro: “È un peccato perché Lorenzo sta facendo la differenza ma ce ne sono anche altri che hanno le carte in regola per fare la differenza scardinando la difesa azera, la cosa bella è non dipendere da un solo giocatore ma avere più alternative” afferma Parolo che non crede che le pressioni del club abbiano influenzato il forfait del gioiello napoletano: “Chiunque viene in Nazionale lo fa con lo spirito di restarci, se uno non resta è perché ha avuto qualche fastidio fisico che gli impedisce di restare – prosegue il centrocampista azzurro – c’è bisogno di un rapporto di sincerità nei confronti del club e della Nazionale”.

Infine un commento sulla situazione della sua Lazio, ora terza in classifica: “Ci troviamo in una buona posizione e, secondo me, possiamo solo migliorare – dice Parolo – Possiamo lottare fino alla fine per le posizioni di vertice in campionato ma tutto deve partire dallo spirito messo in campo nelle ultime partite dove non abbiamo mai mollato lottando su tutti i palloni”. Il momento di svolta della stagione biancoceleste – secondo il centrocampista – è stata la batosta rimediata a San Paolo contro il Napoli: “C’è stata la presa di coscienza: se non tornavamo a correre per il compagno non saremmo andati da nessuna parte, questa lezione l’abbiamo imparata – conclude Parolo – Adesso vogliamo continuare con questa umiltà”.

palazzo delle bolle

Il Palazzo delle Bolle di Pierre Cardin è in vendita

riforma pensioni 2017 pensione anticipata e cumulo gratuito

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità, settima salvaguardia, Opzione Donna e prestito pensionistico doppio