in ,

Italiani in tempo di crisi: più Viagra, gioco d’azzardo e smartphone

Meno carne rossa e pesce mentre sale il consumo di vegetali. Il web sempre più utilizzato come fonte primaria di informazioni, soprattutto sui consigli sulla spesa e per confrontare i prezzi cercando il massimo risparmio, inevitabile dunque il crescente fenomeno dell’Ecommerce.

Gli italiani risparmiano non solo sulla spesa che ricordiamo è crollata ai minimi storici, ma stringono la cinghia anche per l’arredamento, i viaggi, calzature e vestiario ma anche prodotti per bambini. Sembra la fine dell’epoca di “tutti vestono firmato”, l’idea del giovanotto italiano che veste bene è forse tramontata o almeno per i ceti medi. Il presidente di Coop Marco Pedroni sottolinea: un consumatore che compra lo stretto necessario, che accorcia i percorsi per non usare l’auto, quest’anno per la prima volta taglia anche qualità e sicurezza“.
viagra


Persino gli intramontabili “vizi” sembrano avere vita breve, Bacco e tabacco hanno per fortuna avuto un leggero calo. Anche il semplie caffè sembra subire la crisi del vizio ma ciò che sorprende più di tutto e che in farmacia vanno a ruba viagra +8% rispetto all’anno scorso, ma anche gli accessori per il sexual entertainment e simili. Nonostante le tasche più vuote il gioco non lo batte nessuno, gli italiani continuano a spendere in scommesse, lotterie ma sempre più online, tanto che circa 3 milioni di connazionali sono a rischio ludopatia.

In forte calo anche i consumi dei telefonini ma non di smartphone, e per fortuna l’italiano ha riscoperto anche la vita “terrena”, dove si coltiva l’orto, anche solo sul terrazzo per un’insalatina a km 0 ma in questo caso più che risparmio si tratta di soddisfazione. Ovviamente al ristorante si va sempre meno e si ci adopera in casa per produrre pane e conserve.

Seguici sul nostro canale Telegram

Venezia 2013: Margherita Zanatta inviata speciale alla festa di Ciak per Urban Post

Piero Tosi

Oscar 2014: tre riconoscimenti alla carriera a Piero Tosi, ad Angela Lansbury, a Steve Martin e un premio ad Angelina Jolie