in ,

Italicum Corte Costituzionale: come cambia la Legge Elettorale dopo la Consulta

Italicum Corte Costituzionale: la sentenza della Corte Costituzionale

Italicum, la Consulta boccia il ballottaggio e salva il premio di maggioranza, che andrà al partito che raggiunge almeno il 40% delle preferenze. Restano le pluricandidature, ma solo affidando la scelta finale del candidato eletto in più di un collegio a un sorteggio. Sul premio di maggioranza, dunque, la Corte ha dichiarato non fondata la questione di legittimità. Vediamo, qui di seguito, come cambia la Legge Elettorale dopo la sentenza della Consulta.

—> TUTTO SUL MONDO DELLA POLITICA

Italicum Legge Elettorale: come cambia dopo la Consulta

Come cambia l’Italicum, Legge Elettorale in vigore, dopo la Consulta della Corte Costituzionale? Ecco tutte le novità del sistema elettorale italiano per quanto concerne il voto alla Camera:.

Italicum Legge Elettorale: confermato il proporzionale

L’Italicum, Legge Elettorale della Camera, resta un sistema proporzionale. Cosa significa ciò? Il numero di seggi verrà assegnato in proporzione al numero di voti ricevuti e il calcolo, invece, sarà utilizzato con la regola di chi otterrà maggiori voti in proporzione. Su quale base? Nazionale.

Italicum Legge Elettorale: stop al ballottaggio

La legge elettorale Italicum dice stop al ballottaggio dopo la sentenza della Consulta e della Corte Costituzionale. La caratteristica era il secondo turno: come funzionava? Tra i due (o più) partiti più votati che non raggiungono il 40% si terrà lo spareggio. Quando? Due settimane dopo il voto. L’obiettivo? Assegnare una maggioranza assoluta dei seggi della Camera. La decisione della Consulta, però, ha bocciato quest’aspetto che dunque viene eliminato dall’Italicum.

—> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST

Italicum Legge Elettorale: ok premio di maggioranza

Altro snodo per l’Italicum, Legge Elettorale discussa dalla Corte Costituzionale riunitasi in udienza pubblica per due giorni, era il premio di maggioranza. Si tratta di dare un premio alla lista più votata qualora questa ottenesse subito almeno il 40% dei voti. Alla lista vengono assegnati 340/617 seggi mentre vengono esclusi da questo calcolo il seggio della Valle d’Aosta e i 12 deputati della circoscrizione estero. Questo premio di maggioranza viene assegnato, in termini di percentuale, a chi ottiene il 55% dei seggi.

Italicum Legge Elettorale

Italicum Legge Elettorale: le candidature multiple

Snodo non risolto – e che porterà a polemiche nel dibattito politico – sono le candidature multiple. Cosa si intende con queste? Un capolista, stante l’Italicum, legge elettorale in vigore, potrà essere inserito nelle liste in più di un collegio elettorale. Insomma, quanto accadeva nel Porcellum si replicherà. Il massimo di seggi? 10. La Consulta, invece, si è espressa sulla possibilità di scelta del candidato: Qualora questo venisse eletto in più di un collegio sarà assegnato da un “sorteggio”.

Italicum Legge Elettorale: cosa resta

Ma cosa resta dell’Italicum? Ecco le conferme della Corte Costituzionale con la Consulta per quanto concerne la Legge Elettorale in vigore per la Camera:

Italicum Legge Elettorale: capilista bloccati

L’Italicum, Legge Elettorale alla Camera, prevede liste non bloccate ma il blocco dei capilista. Anzi, a dirla tutta, il punto non è stato analizzato dalla Consulta. I capilista, come già previsto dall’Italicum, saranno i primi a ottenere un seggio. Dal secondo eletto in poi decideranno le preferenze (ogni elettore ne ha diritto a due): questo aspetto è stato reintrodotto rispetto al Porcellum.

Cosa prevede ciò? L’Italicum, Legge Elettorale, consentirà ai partiti più piccoli di vedere eletti i propri capilista mentre i partiti più grandi avranno una quota di parlamenti scelti con le preferenze.

Italicum Legge Elettorale: soglie di sbarramento

Cosa viene previsto per le soglie di sbarramento con l’Italicum? La legge elettorale prevede una distribuzione dei seggi su base nazionale ma al contempo, affinché si possa evitare un proliferare di gruppi parlamentari, al riparto avranno accesso solo le liste che supereranno il 3%. Inoltre, sono previste soglie di sbarramento anche per le minoranze linguistiche nelle Regioni che le prevedono: qui lo sbarramento sarà pari al 20% dei voti.

Italicum Legge Elettorale: circoscrizioni ridotte e reintegro preferenze

Come noto, inoltre, l’Italicum prevede circoscrizioni più piccole con il reintegro delle preferenze. Erano 27 stante il Porcellum mentre adesso, con questa legge elettorale, saranno 100 collegi con una media di 600.000 abitanti ciascuno. Infine, sono presenti mini-liste che dovranno avere, in media, 6 candidati.

Italicum Legge Elettorale: le eccezioni

Ci sono anche delle eccezioni nell’Italicum: la legge elettorale, dopo l’analisi della Corte Costituzionale, per quanto concerne la Valle d’Aosta e le province di Trento e Bolzano prevede l’esclusione dal sistema proporzionale. Con l’Italicum le eccezioni prevede una votazione in nove collegi uninominali come con il Porcellum. Cosa succede in Trentino qualora vengano assegnati più di 8 seggi? Saranno distribuiti con sistema proporzionale.

Italicum Legge Elettorale: le quote rosa

Cosa succede per le quote rosa con l’Italicum? La Legge Elettorale, dopo la sentenza della Consulta, non tocca questo aspetto. Nessuno dei due generi sarà rappresentato in misura superiore al 50% e nella successione interna in lista nessun genere potrà essere più presente di due volte consecutive.

29 MORTI RIGOPIANO

Rigopiano valanga news, recuperati ultimi dispersi: bilancio finale 29 vittime

donald trump minaccia russia crisi siria armi chimiche

Donald Trump muro: Stati Uniti e Messico come Berlino? La ‘folle’ idea del Tycoon