in

Italo lavora con noi 2017: NTV cerca diplomati, ecco quali sono i requisiti e come candidarsi

Sognate di lavorare con Italo? Se siete in possesso di un diploma tecnico, potreste prendere in considerazione l’ultima offerta di lavoro appena pubblicata sul portale ufficiale della società NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori).

Quali sono le figure ricercate da Italo in questo momento?

Al momento il gruppo è alla ricerca di operatori di impianto, ovvero professionisti a cui affidare le attività di preparazione, messa in servizio, stazionamento e controllo tecnico dei rotabili NTV, oltre al monitoraggio della corretta esecuzione del programma di esercizio NTV e delle attività di pulizia, rifornimenti tecnici e commerciali negli impianti. Quali sono i requisiti richiesti per potersi candidare? Possedere un diploma tecnico come titolo di studio (preferenziale il diploma in elettrotecnica), essere disposti a lavorare su turni e nei festivi e a trasferirsi presso tutte le sedi lavorative di Italo (Milano, Venezia, Roma e Napoli). Richiesta, inoltre, una vista 10/10 senza correzioni e senso cromatico perfetto.

[urban-lavoro lavoro=”diplomati” dove=”Italia”/]

Come candidarsi e cosa sapere

Per potersi candidare è necessario compilare il form con i propri dati anagrafici sulla pagina dedicata: a questo punto riceverete una mail contenente le istruzioni per inviare il vostro curriculum vitae a Italo. Gli idonei saranno inseriti in un percorso di formazione, al termine del quale dovranno superare delle prove per essere assunti con contratto a tempo indeterminato. Non rispondete ai requisiti richiesti? Nessuna paura: continuate a tenere monitorato il portale ufficiale della società NTV perché il gruppo ha annunciato assunzioni nel 2017! Qui trovate tutte le posizioni aperte.

SCOPRI TUTTE LE OFFERTE DI LAVORO SU URBAN POST!

In apertura: foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale Italo Treno

La Legge della Notte uscita, trama, cast, trailer del film con Ben Affleck (TRAILER)

uomini e donne gossip

Uomini e Donne gossip: Emanuele Mauti dice la sua sulla scelta di Sonia Lorenzini