in

Italo vicino al fallimento: 300 dipendenti di Ntv a rischio mobilità

Possibile che Italo stia fallendo? Le notizie degli ultimi giorni non sembrano essere incoraggianti: sarebbero trecento i dipendenti di Ntv, la società Nuovo Trasporto Passeggeri che gestisce i treni ad alta velocità, a rischio di mobilità.

Italo fallimento

Tra le cause dell’insuccesso, la concorrenza spietata con Trenitalia e la spesa ingente che la società deve sostenere per utilizzare la rete dei treni ad alta velocità. Dunque il fatturato e il numero di clienti in crescita non sarebbero sufficiente a far dormire sonni tranquilli alla giovane società fondata nel 2006, tra gli altri, da Diego Della Valle e Luca Cordero di Montezemolo.

La prima provocazione non si è fatta attendere: è il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri a rendere noto il suo pensiero su Twitter adottando toni tutt’altro che rassicuranti: “Italo treno ma che promozioni, presto chiuderete”. Intanto Ntv ha reso noto di appellarsi ai propri legali, per porre rimedio al danno d’immagine causato dalle parole del politico.

 

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Calciomercato Juventus news: a gennaio guardano a Pochettino

Costa Concordia giro turistico

Genova, Costa Concordia: 10 euro per un giro turistico ‘al relitto’