in

Itinerari enogastronomici in Sicilia: strade del vino e dei dolci, dalla pignolata al cioccolato

Siete alla ricerca di un itinerario enogastronomico che vi porti alla scoperta dei sapori e de profumi della Sicilia? Urban Viaggi ha selezionato per voi alcune gustosissime strade da percorrere, per non perdere il meglio delle produzione siciliana e vivere un’autentica esperienza di viaggio.

Le strade del vino. Se visitate la zona del Palermitano, vale senz’altro la pena riscoprire il Monreale Doc e il pregiato vitigno del Catarratto con le sue etichette rinomate, da abbinare alle ricette della tradizione, tra cui la pasta, lo sfincione (pane di Monreale) e i cannoli di ricotta. Chi è alla ricerca di qualche occasione culturale, oltre a visitare Monreale – di cui ammirare in particolare l’imponente Cattedrale normanna – programmi un’escursione alla scoperta degli scavi archeologici sul monte Jato. Ritornando ai vini, la provincia di Trapani non vuole essere da meno: questo territorio, dalla vocazione vitivinicola particolarmente spiccata, offre ai visitatori vari percorsi enogastronomici, che si snodano dalla celebre Strada dell’Alcamo doc, a quella per riscoprire Erice e Marsala, fino ad arrivare al Passito di Pantelleria, tutti rigorosamente doc. Se fate tappa a Erice, borgo medievale di rara bellezza famoso anche per la produzione dolciaria, visitate la Cattedrale della Matrice e il Castello e “allungate” la strada fino a Segesta, di cui riscoprire il sito archeologico e il tempio perfettamente conservato del 430 a.C. Convinti di non aver esaurito l’incredibile offerta vitivinicola della terra, vi invitiamo a dare un’occhiata al portale Stradeviniesaporisicilia.it e Itinerarinelgusto.it, dove potete trovare molti altri itinerari del vino.

Alla scoperta dei dolci siciliani, dai cannoli alla pasta di mandorle, fino ad arrivare al cioccolato di Modica. Voglia di un itinerario dolce? Tutta la regione è vocata a questa produzione, al punto che è difficile proporre un itinerario al posto di un altro. A Messina – ma non solo! – trovate dolcetti alla mandorla ripieni di limone, pistacchio, arancia e caffè, oltre alla “pignolata”, dolce tipico della zona a base di farina uova, limone e alcool che prende il nome da “pigne” di varie dimensioni ricoperte di glassa scura al cioccolato o glassa bianca al limone. Se amate il cioccolato, tappa d’obbligo è Modica, in provincia di Ragusa, dove il cioccolato viene lavorato da secoli seguendo la tradizione che gli Spagnoli avevano appreso dagli Aztechi. Il risultato? La pasta di cacao non si fonde con lo zucchero, mantenendo un’incredibile ricchezza aromatica: visitate questa splendida città, magari approfittando del treno storico messo a disposizione da Fondazione FS, e provate una tavola di cioccolata speziata alla cannella, allo zenzero o al peperoncino.

Non ne avete abbastanza? Settembre e ottobre sono i mesi migliori per partecipare a qualche sagra paesana, immergendosi nel folclore e nell’allegria che da sempre contraddistinguono questa terra: non vi resta che prenotare una camera last minute e godervi un weekend sensazionale.

In apertura: la pignolata – Image Credit: ppi09/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

expo eventi 14 settembre

Milano Expo 2015: programma eventi di lunedì 14 settembre

Uomini e Donne gossip: Valentina mostra il décolleté su Instagram