in

Itinerario fra i presepi della Riviera Romagnola

Anche quest’anno le spiagge più famose della Riviera ospiteranno originali presepi di sabbia, creazioni uniche ispirate al mondo del mare, o agli antichi mestieri emiliano-romagnoli.

Dal 7 dicembre 2013 al 12 gennaio 2014, appuntamento a Rimini a piazzale Boscovich, nella zona del porto, e nella spiaggia a Nord della città, a Torre Pedrera, per ammirare due Natività di sabbia, che con le loro splendide scenografie e i gruppi scultorei a grandezza naturale  a bocca sono pronte a lasciare a bocca aperta grandi e piccini.

presepe Cesenatico Natale 2013

Due incantevoli rappresentazioni che uniscono arte e tradizione riproponendo paesaggi suggestivi, mestieri della tradizione, personaggi più o meno conosciuti, di cui il più famoso è Federico Fellini.

Curiosi di visitare la spiaggia libera di Piazzale Boscovich? Qui un gruppo di artisti internazionali proveniente da Russia, Bulgaria, Turchia e Repubblica Ceca ha modellato la sola sabbia mista ad acqua, dando forma e corpo a figure stupende e paesaggi incantevoli, costruendo un presepe di sabbia non convenzionale con tanti riferimenti a fatti e personaggi del territorio emiliano-romagnolo.

Il progetto e gli allestimenti del Presepe di sabbia di Torre Pedrera (bagni 64 e 65) sono stati affidati ad una squadra di persone capeggiata dal maestro della sabbia Leonardo Ugolini. A far da cornice al suggestivo presepe una serie di eventi e manifestazioni che si alternano nelle giornate di festa e il tradizionale mercatino sulla spiaggia.

Entrambi i presepi sono a ingresso gratuito, con libera donazione. Il presepe di Rimini è aperto dal lunedì al venerdì: 14.30 – 19.30 la mattina su richiesta per scuole o gruppi (Info: 331 5224196); questi gli orari dei giorni festivi e prefestivi: 9.30 – 12.30; 14.30 – 19.30; 20.30 – 22.00. Il presepe  Torre Pedrera è visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 20 con aperture straordinarie nelle giornate festive fino alle ore 22.

Al Museo del Sale  di Cervia, in Via Nazario Sauro, appuntamento con altre due originalissime Natività, il Presepe di Sale e quello dei Salinari, aperte al pubblico fino al 6 gennaio.

L’“oro bianco”, prodotto principe della località marittima di Cervia, torna ad essere protagonista di due Natività.

La prima è il noto presepe di sale, le cui sculture sono state create nel 1992 da Agostino Finchi, un anziano salinaro che con passione e maestria ha creato quindici personaggi che mettono in scena la Natività più classica.

Le statuine, alte dai 10 ai 40 centimetri, sono state realizzate attraverso una tecnica speciale che consiste nel correggere quotidianamente il processo di cristallizzazione per dare al sale la forma voluta. I manufatti così ottenuti sono attualmente conservati in una teca di vetro che li ripara da umidità e sbalzi di temperatura.

Negli stessi spazi si trova il secondo presepe, una Natività rappresentata nella tipica capanna in giunco dei salinari. Le statue, a grandezza naturale, sono figure in terracotta patinata plasmate su di una struttura di sostegno in metallo realizzate da Paolo Onestini, figlio di Giacomo Onestini, famoso ceramista cervese.

Le statue della Natività fanno comunque parte di una serie di realizzazioni che rappresentano i salinari al lavoro e figure della vita in salina, realizzate con la collaborazione dei soci fondatori del Gruppo Culturale Civiltà Salinara, tra cui un finanziere nella sua postazione dentro alla garitta (costruzione in muratura da cui si faceva la guardia al sale), un salinaro che spinge il carriolo e uno che utilizza la gottazza, lo strumento usato per spostare l’acqua da un bacino all’altro. Le figure sono vestite con abiti del periodo realizzati con grande passione da una “azdora” (signora) cervese.

Entrambi i presenti sono a ingresso gratuito e rispettano questi orari di apertura: sabato, domenica e festivi dalle ore 15 alle 19; dal 22 dicembre al 6 gennaio tutti i giorni, sempre dalle ore 15 alle 19.

Anche il Porto canale di Cesenatico rende omaggio al Natale ospitando il tradizionale Presepe della Marineria, i cui personaggi sono adagiati sulle barche del Museo della Marineria.

Le sculture a grandezza naturale riproducono le figure tipiche della vita marinara – il pescatore, la pescivendola, la donna della piadina, i delfini – mentre rendono omaggio a Gesù Bambino, arricchendosi ogni anno di nuove figure. Con un risultato di incredibile effetto, reso ancora più poetico dalle luci che avvolgono le imbarcazioni.

Le Poste Italiane, in occasione del presepe, predisporranno uno speciale francobollo che sarà possibile apporre sulle cartoline sia il giorno dell’inaugurazione che nelle giornate festive del periodo natalizio.

Il presepe è visibile gratuitamente tutti i giorni 24 ore su 24, fino al 12 gennaio.

Seguici sul nostro canale Telegram

Madonna e Brahim Zaibat

Madonna: la “Material girl” lascia il toy-boy e pensa a Sean

Beautiful anticipazioni americane: Bill e Brooke si sposeranno ma perderanno il loro bambino