in

Sarah Scazzi processo bis, Ivano Russo rischia condanna a 5 anni: ecco di cosa è accusato

Sarah Scazzi processo bis: Ivano Russo e Michele Misseri, imputati insieme ad altre 10 persone indagate a vario titolo nella vicenda, rischiano una condanna per false dichiarazioni al pm. Nei giorni scorsi, infatti, sono stati chiesti per loro, rispettivamente, 5 e 4 anni di carcere. “Hanno mentito tutti”, ha detto il sostituto procuratore Mariano Buccoliero che ha chiesto la condanna.

caso sarah scazzi bis

Processo Scazzi bis: Ivano Russo rischia di essere condannato

Reticenze e volute menzogne degli imputati avrebbero gravemente inficiato il corso delle indagini sul delitto della 15enne di Avetrana, strangolata in casa dalla cugina Sabrina e dalla madre di quest’ultima, Cosima Serrano, il 26 agosto 2010. Michele Misseri, già condannato in via definitiva a 8 anni di reclusione per aver occultato nel pozzo di Contrada Mosca il cadavere della nipotina e lo scorso novembre a 1 anno e 6 mesi per diffamazione a danni della criminologa Roberta Bruzzone e dell’avvocato Daniele Galoppa, rischia quindi una terza condanna.

 

Ivano Russo “non ha detto la verità sull’uccisione di Sarah”: accusa chiede 5 anni di reclusione

Quanto ad Ivano Russo, l’accusa sostiene che il giovane “non ha detto la verità sull’uccisione di Sarah”. Pene più lievi sono state richieste per gli altri imputati, accusati tutti a vario titolo di aver mentito o nascosto particolari durante indagini e processo di primo grado per il delitto della giovane Sarah Scazzi. Per Russo il pm ha chiesto la condanna a 5 anni di reclusione, con le accuse di false informazioni al pubblico ministero e falsa testimonianza davanti alla Corte d’assise. Russo, sempre secondo l’accusa, all’epoca dei fatti mentì per coprire Sabrina, cercando di sminuire il rapporto che aveva con quest’ultima e la gelosia ossessiva della ragazza nei suoi confronti, humus nel quale, secondo le tre condanne che hanno inflitto l’ergastolo a Sabrina e Cosima, sarebbe maturato il movente del delitto: le attenzioni che Ivano Russo avrebbe manifestato verso la giovane e bellissima Sarah, di cui la cugina Sabrina era molto gelosa. La prossima udienza è stata fissata per il 7 gennaio 2020, giorno in cui prenderanno parola i difensori degli imputati.

Potrebbe interessarti anche: Sarah Scazzi processo bis: Ivano Russo aveva visto tutto ma non lo ha mai detto, i dettagli

Elisabetta Canalis Instagram, curve incontenibili nel video con la figlia: seno e stacco di coscia in bella mostra (FOTO)

Anna Tatangelo Instagram Stories: apre l’abito e si fa inquadrare dal basso, formosa e provocante più che mai (FOTO)