in ,

Ivrea: 14enne aggredisce a coltellate una coetanea ‘rivale’ in amore, denunciata

Ivrea: una ragazzina di 14 anni è stata denunciata al tribunale dei minori di Torino per lesioni gravi e porto abusivo di arma da taglio. Secondo quanto emerso, la minorenne avrebbe accoltellato la sua rivale in amore. La studentessa avrebbe aggredito armata di coltello una ragazza di un anno più grande, ferendola a una gamba e al braccio. E’ successo alla fermata dell’autobus e dalle indagini sarebbe emersa una rivalità reciproca tra le due, che si contenderebbero un ragazzo. La 15enne aggredita è stata portata al pronto soccorso per i tagli riportati a una gamba e al braccio.

Si è appreso che le due coetanee avevano già litigato altre volte. La giovane denunciata, che frequenta l’ultimo anno alle medie ma ha già compiuto 14 anni, ha raggiunto la sua rivale in amore alla fermata dell’autobus, a Ivrea, e l’ha colpita con ferocia alle braccia e alle gambe con un coltello a serramanico di 20 centimetri. Dopo la denuncia la 14enne, figlia di genitori separati, è stata affidata ai parenti e ha detto di essere stata più volte provocata dalla vittima con frasi offensive. L’aggressione a colpi di coltello sarebbe stata premeditata: i carabinieri hanno infatti avuto modo di appurare che la 14enne ieri è uscita di casa portando con sé il coltello per colpire l’odiata rivale.

Potrebbe interessarti anche: Ivrea: 14enne aggredisce a coltellate una coetanea ‘rivale’ in amore, denunciata

L’episodio è accaduto a pochi passi dall’istituto superiore di Colle Bellavista, l’Itis Camillo Olivetti, in uno dei quartieri periferici di Ivrea. La vittima è stata aiutata dai presenti e portata al pronto soccorso di Ivrea, dove è stata subito medicata. Fortunatamente le ferite riportate non sarebbero gravi. La ragazza infatti è già stata dimessa dall’ospedale. L’autrice dell’aggressione dopo averla colpita si è allontanata e quando gli uomini del commissariato di polizia di Ivrea l’hanno rintracciata ha negato di avere con sé il coltello. Dalla perquisizione però l’arma ancora insanguinata è saltata fuori, e solo a quel punto la giovane ha ammesso le sue responsabilità: “Sono mesi che parla male di me con il mio ragazzo. Dice che io sono una poco di buono e non ci ho più visto”, questa la sua giustificazione ai militari.

Seguici sul nostro canale Telegram

Antonio Razzi, Corea del Nord: «Chiederò a Rocco Siffredi di girare un porno per la pace»

Playoff Catania-Siena diretta streaming

Diretta Catania – Cosenza dove vedere in tv e streaming gratis Coppa Italia Serie C