in , ,

Jack Kerouac: moriva il 21 ottobre del 1969

Jack Kerouac fu uno degli scrittori più rappresentativi del XX secolo. Molti critici lo avvicinano alla generazione Beat degli anni ’50, in quanto nei suoi lavori ha incarnato i temi della libertà e dell’antimilitarismo che sarebbero sfociati poi nei movimenti degli anni ’60.

Jack Kerouac nacque a Lowell nel 1922 e passò un’infanzia relativamente tranquilla. Passò la maggior parte della sua vita viaggiando fra gli immensi spazi dell’america del nord e centrale, mentre di tanto in tanto faceva visita a sua madre a Lowell, in Massachusetts. Ciò che emerge di più nei suoi libri è il tentativo di emancipazione dalle convenzioni sociali dell’epoca e dare un senso di libertà alla propria esistenza. Durante i suoi viaggi, Jack Kerouac forse cercava un luogo che gli desse un po’ di pace, che lo facesse sentire a suo agio in un’America densa di cambiamenti sociali e culturali.

Lui stesso si definì un poeta jazz, ma era comunque una persona dall’animo contraddittorio: promuoveva l’antimilitarismo, ma sostenne l’intervento in Vietnam nel 1966. I suoi libri, tra i quali spicca ‘On the Road’, sono un manifesto di quella generazione che negli anni ’60 rivoluzionò il mondo, dissociandosi da quella cultura chiusa in se stessa che caratterizzò il secondo dopo guerra. Rifiutò, comunque, l’etichetta di scrittore Beat e la sua ideologia politica. I gravi problemi con l’alcool, infine, lo portarono alla morte per cirrosi epatica il 21 ottobre del 1969. Di lui gli italiani, oltre ai suoi libri, ricorderanno senz’altro l’intervista a opera di Fernanda Pivano.

Seguici sul nostro canale Telegram

BARI SEQUESTRATO BAMBINO DI 2 ANNI

Torino, uccide la moglie con il martello e poi si impicca

Teatri Aperti Gratis Milano Roma

Teatri aperti e gratis: eventi a Milano, Roma e in tutte le città italiane